Il Genoa tra Facundo Ferreyra e Rolando Bianchi

Calciomercato Genoa: Rolando Bianchi e Facundo Ferreyra nel mirino del Genoa per sostituire Pinilla

Sistemata l’uscita programmata del cileno Pinilla, per il quale l’Atalanta ha bruciato sul tempo il Torino per le solite esitazioni di Cairo nel fissare gli appuntamenti per le firme sui contratti, il Genoa di Gasperini aspetta il nuovo centravanti da affiancare all’apprezzato Alessandro Matri (per il quale i rossoblù hanno tempestivamente detto ‘no’ al rientro al Milan dopo la timida richiesta di Inzaghi che sapeva di rinunciare a Fernando Torres). Il tecnico del Grifone ha la parola di Preziosi, per cui ha lasciato andare senza remore l’ex attaccante del Cagliari portato in Italia ancora giovanissimo dall’Inter.

Al momento a Genova circolano due nomi diametralmente opposti: quello dell’argentino Facundo Ferreyra, che il Newcastle ha intenzione di rispedire allo Shakhtar da cui ha ottenuto il prestito in estate (classe 1991, ancora giovane e da testare bene nel calcio europeo) e quello piuttosto stagionato di Rolando Bianchi, in uscita dichiarata da Bergamo dove è tornato per proprie volontà cercando di ritrovare i vecchi fasti degli esordi. Anche come costi sono due operazioni diverse, partendo dall’assunto che il Genoa non ha intenzione di svenarsi tant’è che non ha portato al momento avanti i discorsi con Borriello proprio perché non vuole accollarsi l’esoso ingaggio di un ex che comunque ha lasciato un segno nel cuore dei tifosi.

Per Ferreyra Preziosi è pronto a mettere sul piatto un prestito oneroso a 150.000 euro con diritto di riscatto a 2 milioni. Lo Shakhtar pretende all’incirca il doppio e comunque il sudamericano guadagna qualcosa come 1,5 milioni a stagione (operazione complessiva che non deve superare i 3,5 milioni, secondo i parametri stabiliti internamente dalla società rossoblù). Per Bianchi sarebbe tutto più facile, tra l’altro Preziosi strinse con lui un accordo già al momento della sua uscita dal Torino, accordo che saltò proprio perché l’ariete ex capitano granata dette la sua parola anche a un altro club. E finì quindi a Bologna.

Vuol dire che al patron piace, ma a Gasperini meno. Operazione che però comporterebbe un uscita di bilancio 2015 non superiore al milione e mezzo di euro permettendo magari un acquisto a centrocampo dove il Genoa non si vuole far trovare scoperto per il prossimo anno con Sturaro e Bertolacci rispettivamente in mano a Juventus e Roma.