Ilicic e Boakye per il Torino, Ventura stavolta ci crede

Calciomercato Torino: Ventura vorrebbe Ilicic e Boakye, ma per arrivare ad entrambi bisognerebbe sistemare Sanchez Mino, Larrondo e Barreto

Una lunga lista di corteggiamenti da parte del Torino che è ancora in corsa in Europa League ma che deve anche scrollarsi di dosso la posizione scomoda in campionato. Da Giovinco a Zarate, da Pandev a Duvan Zapata. Tutte piste poco praticabili, principalmente per i paletti che ha fissato Cairo: 4 milioni di euro per migliorare subito la squadra nei tre reparti (un esterno, un regista, un attaccante: questi i desiderati di Giampiero Ventura). In più la beffa Pinilla che alla fine ha preferito andare all’Atalanta.

Dopo le difficoltà di approccio con l’entourage, più che altro perché lo stesso giocatore sembrava aver puntato i piedi sperando in una pista estera (più remunerativa), si riaprono invece i giochi per cercare di arrivare allo sloveno Josip Ilicic, pagato quasi 10 milioni di euro dalla Fiorentina che lo prelevò dal Palermo dove si mise in bella vista al fianco di Javier Pastore e poi anche nella stagione successiva. La chiave starebbe nella formula: il Torino è pronto a garantire ad Ilicic 550 mila euro di ingaggio da qui a fine stagione, ottenendolo in prestito con diritto di riscatto a 6 milioni di euro. Per la Fiorentina andrebbe anche bene ricevere in cambio l’argentino Sanchez Mino in quello che sarebbe un vero e proprio scambio di prestiti. Per Cairo e Petrachi sistemare Sanchez Mino anche solo fino a giugno è vitale perché sgraverebbe un ingaggio da 300.000 euro per un giocatore totalmente fuori dai piani dell’allenatore granata.

Il nome nuovo per l’attacco, magari anche con Ilicic qualora il Torino trovasse sistemazione contemporanea sia a Larrondo che a Barreto, è quello dell’atalantino (ma anche juventino) Richmond Boakye. A Ventura piace, d’altronde è stato lui a chiedere giocatori che provengano già dal campionato italiano: gli orobici hanno esubero davanti e mirano ancora ad inserire un uomo in sostituzione del partente Maxi Moralez, destinato, pare, a tornare in patria al Velez per circa 4 milioni di euro. Hanno anche trattative inoltrate proprio con un ex obiettivo granata come Goran Pandev. Per questo c’è l’idea Boakye, anche su spinta della Juventus che punta comunque a una valorizzazione dell’attaccante ghanese che fece anche un ritiro con i bianconeri a Chatillon ai tempi dell’inizio del secondo anno di Conte.