Adesso anche Soldado e Huntelaar finiscono sul mercato

Calciomercato: si muovono le punte in Italia ed in Europa. Huntelaar e Soldado pezzi pregiati del mercato di gennaio?

In Italia sono in pochi a cercare attaccanti centrali, finalizzatori, sul mercato invernale: giusto il Milan che vuole tamponare nel ruolo non avendo fiducia completa in Pazzini, il Genoa che vuole fare upgrade dopo la cessione di Pinilla all’Atalanta e il Torino che un attaccante lo vuole fare a tutti i costi potendo adattare Quagliarella nel ruolo di prima o seconda punta. Tolti i rossoneri (a meno che l’Inter non si sbarazzi inspiegabilmente di Mauro Icardi) non sono scenari che possono essere interessati alla notizia, ma tante cose possono ancora cambiare da qui al 31 gennaio (per esempio capire cosa accadrà di Mario Balotelli): Roberto Soldado e Klaas-Jan Huntelaar sono ufficiosamente sul mercato già da subito.

Un rumour “de relato” rispetto alla Serie A, apparentemente. Anche se si tratta di due calciatori che in Italia potrebbero fare ancora la differenza. Sullo spagnolo, oltre ai sonar del Milan (che compra solo a prezzi di saldo), c’è anche da tempo l’interesse della Roma che deve sistemare in un modo o nell’altro la grana Destro. Soldado fa parte di quegli attaccanti a medio costo che vengono proposti dai management perché dai costi sopportabili per il mercato italiano, tra questi c’è anche il brasiliano Luiz Adriano che però è extracomunitario e vuole lasciare lo Shakhtar quantoprima.

L’olandese che in Italia abbiamo già visto con la maglia del Milan, dove fu tritato dalla presenza di Inzaghi, ha mercato soprattutto in Inghilterra (Tottenham in testa) ma per esempio la Lazio di Lotito fece già di tutto per portarlo a Roma prima di Miro Klose. Adesso che il tedesco è al capolinea si può riaprire questo scenario visto che lo Schalke ha esplicitamente dichiarato di puntare su un forte ricambio generazionale che possa mettere il gioiello Draxler definitivamente al centro della squadra.