Calciomercato Milan: El Shaarawy via, torna Niang

Ennesima rivoluzione in casa Milan: l’ad Adriano Galliani sta già lavorando in vista della sessione estiva del calciomercato, quando la squadra costruita attorno a Filippo Inzaghi, sarà praticamente smantellata. Chiuso malamente il capitolo Seedorf, il tentativo di rilanciare le ambizioni rossonere promuovendo dalla Primavera Pippo Inzaghi è fallito quasi miseramente. All’amministratore delegato non resta che raccogliere nuovamente i cocci e salvare il salvabile. In attesa di conoscere il nome del prossimo allenatore - circolano da settimane i nomi di Sarri, Mihajlovic, Montella, Conte ed Emery - Galliani sta definendo già alcune operazioni di mercato “secondarie”.

Senza Europa sarà davvero difficile per il Milan acquistare i top player, ecco perché si punterà ancora su giovani e colpi low cost. Tra coloro che hanno deluso di più, c’è Stephan El Shaarawy, il ‘piccolo faraone’ sbarcato a Milano nell’estate del 2012, si è messo in luce prevalentemente nella sua prima stagione in rossonero sotto la guida di Massimiliano Allegri (19 gol in 46 presenze). L’anno successivo, complici diversi infortuni muscolari e una frattura al piede, portò a casa solo 9 presenze e un gol, mentre quest’anno le cose non sono andate di certo meglio, con poche presenze (spesso spezzoni di gara) e pochi segnali di ripresa. Attualmente valutato circa 12 milioni, il centravanti del Milan era stato accostato nei giorni scorsi al Borussia Dortmund come parziale contropartita per Ciro Immobile, ma nel suo destino sembra esserci il Genoa.

FBL-ITA-SERIEA-MILAN-ATALANTA

Secondo quanto scrive oggi ‘Tuttosport’, infatti, il Milan lo vorrebbe prestare al club nel quale è cresciuto calcisticamente, in modo tale da provare a ridargli continuità di prestazioni, ma anche morale. L’ambiente rossoblu e il tecnico Gasperini, da questo punto di vista, hanno dimostrato di saper rivitalizzare anche calciatori dati per “finiti”. A conferma di ciò, c’è la rinascita di M'Baye Niang, che rientrato al Milan dopo l’esperienza al Montpellier, non ha trovato spazio nella prima parte della stagione, ma al Genoa ha messo a segno tre gol in sei convincenti presenze. Ecco perché, a fine stagione, Galliani lo riporterà al Milan, questa volta per puntarci.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail