Gervinho, Al Jazira rinuncia: "richieste oscene"

Gervinho non andrà all’Al Jazira e ora per la Roma, che non ha intenzione di puntare ancora su di lui, sono problemi grossi. Il mercato dei giallorossi, infatti, è sostanzialmente bloccato dalle difficoltà a cedere i calciatori ormai in esubero, come lo stesso Gervinho e il compagno di nazionale Doumbia. Eppure, la cessione del funambolo ivoriano, sembrava vicinissima al perfezionamento. Qualcosa è andato storto e a fare chiarezza è la stessa dirigenza dell’Al Jazira.

Il club arabo, infatti, ha annunciato pubblicamente di rinunciare all’acquisto dell’ex Lilla, che era anche stato avvicinato proprio dal club francese per un clamoroso ritorno. Roma e Al Jazira avevano raggiunto l’accordo di massima sulla base di 13 milioni di euro, ma come riferisce 'sport360.com' citando fonti vicine alla società del club arabo, il dialogo con l’entourage del calciatore è stato bruscamente interrotto. Le richieste salariali di Gervinho sono state definite dagli arabi addirittura “oscene” e il club si rammarica di aver sostanzialmente perso due mesi dietro ad un giocatore che ne faceva solamente una questione di soldi.

L’Al Jazira pare avesse offerto qualcosa come 7 milioni di euro di stipendio a Gervinho, che evidentemente non sono bastati. Ora toccherà al diesse Walter Sabatini cercare una nuova destinazione all’ivoriano. Il Lilla è sempre interessato, ma non alle cifre chieste dall’attaccante ex Arsenal: una brutta gatta da pelare per la dirigenza giallorossa, che ha già acquistato con Iago Falque il naturale sostituto.

Gervinho niente al Jazira

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail