Sono queste le parole del giornalista Orazio Accomando, rilascia alcune dichiarazioni a MilanNews.it sul Milan.

Bordocampista per DAZN durante Lazio Milan, il giornalista Orazio Accomando parla così del Milan a MilanNews.it: “Io andrei cauto con le critiche. È chiaro che è un momento complicato, è chiaro anche che è il peggior momento degli ultimi due anni e mezzo, ma proprio per questo non si può pensare che adesso sia tutto da cestinare. È evidente che qualcosa non va. Secondo me la vera questione è un’altra: il Milan è l’unica squadra, tra le 20 di A, che gioca con gli stessi dello scorso anno. Non c’è un nuovo acquisto che si è preso il posto da titolare. Questo deve far riflettere“.

Conclude così: “Indubbiamente avere o non avere Maignan fa tutta la differenza del mondo, ma sta fuori da mesi e il calo del Milan è iniziato due settimane fa. La verità è che rispetto allo scorso anno mancano tanti giocatori che facevano la differenza sia in partita che in allenamento. Ibra, Kessie, Romagnoli sono assenze pesanti. Con loro tenevi alta anche l’asticella durante gli allenamenti. Oggi giocano sempre gli stessi dello scorso anno, pochi ballottaggi ed è normale che calino intensità, condizione e rendimento. In ogni caso, nonostante le ultime prove, aspetterei a fasciarmi la testa“.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

Milan

ultimo aggiornamento: 25-01-2023


Nainggolan-SPAL, ci siamo: nuovo colpo in arrivo per De Rossi

Valencia, Gattuso: «Il momento è delicato, ma non del tutto negativo»