Joshua Zirkzee

Il giornalista Fabrizio Biasin ha espresso il suo parere sulla questione delle commissioni che stanno bloccando l’affare Zirkzee.

Il Milan sta trattando l’acquisto di Joshua Zirkzee, alla fine la dirigenza tra i tanti nomi valutati parrebbe aver scelto lui come erede di Olivier Giroud; le richieste del suo procuratore però si stanno rivelando un ostacolo non di poco conto.

Il commento

Fabrizio Biasin su TMW sostiene che l’attaccante voglia fortemente giocare nel Milan: “Zirkzee si è promesso al Milan e il Milan fa benissimo ad acchiapparlo. Sapete perché? Perché è forte come pochi e non ha affatto terminato la sua evoluzione. Ibra lo vede come la sua “reincarnazione” e il passaggio può essere proprio quello: da talento “che però non segna tantissimo” a macchina da gol. Questa cosa non la vede solo Ibra ma anche il suo procuratore, il signor Kia. Il signor Kia è un grande filibustiere, nel senso che pretende sempre grano a strafottere e, in genere, riesce a farselo dare”.

Paolo Scaroni-Giorgio Furlani
Paolo Scaroni-Giorgio Furlani

Le cifre

Nel caso specifico continua a restare fermo sui 40 milioni + 15 di connessione. Il Milan non vorrebbe andare oltre i 5. Difficilmente Kia scenderà da quella quota, nella su testa 40 cucuzze per l’olandese sono poche e la richiesta aggiuntiva risulta legittima. Morale: il Milan è chiamato a fare mezzo passo verso l’agente, viceversa rischia di far intromettere “terzo incomodi”. Val la pena per Zirkzee? Io credo di sì”.

L’articolo Biasin: “Zirkzee si è promesso al Milan” poi la dura accusa al procuratore proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 13-06-2024


Milan: si continua a trattare con l’agente di Zirkzee, ecco a quanto ammonta la distanza

Pellegatti: “Zirkzee non è l’ultimo centravanti della storia del calcio, ecco a che cifra arriverà il Milan”