Quasi incredibile a dirsi e pensarsi, ma evidentemente le vie del mercato sono davvero infinite. O, piuttosto, sono vie provate e riprovate e mai realizzate che restano come chiodi fissi nella testa di dirigenti e calciatori.

L’ultimissima riguarda l’attaccante togolese Emmanuel Adebayor, attualmente al Tottenham di Villas Boas, per il quale si registra l’ennesimo ritorno di fiamma da parte del Milan e nella fattispecie di Adriano Galliani. Il caso Balotelli ha insegnato che, fin quando resiste, l’amministratore delegato rossonero è uno che sta dietro gli obiettivi con costanza e determinazione. Adebayor sarebbe un bis clamoroso, sia per il ruolo (doppione di Balotelli) sia in generale per il reparto (il Milan ha urgenze ben diverse in organico), ma è altrettanto vero che l’approdo in Champions League, non così certo fino a due mesi fa, mette il club nella condizione di poter investire su soluzioni che permettano il triplo impegno senza pagar dazio alla prima assenza.

Chiaro che a questo punto, Adebayor o non Adebayor, il Milan ha forse accolto le richieste di Pazzini che pur in buoni rapporti con il club preferirebbe un trasferimento che gli dia l’opportunità di tornare a far il titolarissimo come accadde nell’anno dell’esplosione a Genova con la Samp.

Tornando al togolese, il cartellino potrebbe anche non costare nulla o giusto un indennizzo di un paio di milioni e l’ingaggio richiesto non dovrebbe comunque superare i 2,5 milioni: a far la differenza potrebbe appunto essere quel vecchio flirt tra Adebayor e il Milan seguente la doppia sfida di Champions dopo la quale i rossoneri si gettarono su Mathieu Flamini.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Calciomercato calciomercato milan

ultimo aggiornamento: 03-04-2013


Fiorentina, Stevan Jovetic, la Juventus all’assalto: Giovinco, Marrone e soldi

Verratti dribbla le voci sul suo ritorno in Italia: rinnovo col Psg e aumento di ingaggio