Roberto De Zerbi

Il giornalista Paolo De Paola ritiene che il portoghese non sia un allenatore da Milan.

Paolo De Paola su TMW Radio ha detto la sua sui possibili prossimi allenatori di Napoli e Milan. “Fin quando non lo vedo non ci credo, siamo abituati a troppe smentite con De Laurentiis con cambi improvvisi. Quando sarà, sarà. Mi assumo la responsabilità di quello che dico, ma non credo possa funzionare. Non mi piace l’idea di un Conte che scarta Osimhen e che punta ancora su Lukaku. Non può essere ancora un giocatore che faccia la differenza, lo auguro a Conte che farebbe a meno anche di Kvara. Qui non ci siamo, mentre invece vuole tenere Di Lorenzo che ha rotto diplomaticamente con il Napoli. Questo è il quadro di un allenatore che non ha avuto altre offerte, ha una proposta faraonica da 8 milioni all’anno, un’offerta da 60 milioni lordi per tre anni mai fatta dal Napoli per un allenatore. Vedremo quanto durerà questo connubio. Non si può continuare a puntare su un giocatore come Lukaku, specialmente se devi sostituire uno come Osimhen”.

Paulo Fonseca
Paulo Fonseca

La scelta di Fonseca da parte del Milan

“L’idea Fonseca bisogna vedere da dove nasce. Nasce da Moncada Nasce da uno studio fatto in questi mesi? Io tengo sempre aperta l’ipotesi De Zerbi, non tanto a furor di popolo ma perché è dentro il mondo milanista e può far bene, anche se deve iniziare a vincere. Fonseca l’ho sempre difeso anche ai tempi della Roma, ma non vorrei che fosse limitativo per il Milan. È un allenatore da piazzamento, ha vinto solo allo Shakhtar. Non mi sembra un allenatore che possa appagare le ambizioni di una squadra come il Milan”.

L’articolo De Paola: “Io mi tengo ancora l’ipotesi De Zerbi, non credo ancora a Conte al Napoli” poi la stoccata su Fonseca proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 29-05-2024


Brahim Diaz: “Il goal al Lipsia uno dei più belli, il Milan ha fatto una buona stagione nonostante tutto”

Pastore: “Il Milan non ha mai cercato Conte, Fonseca Non cadiamo in questo errore, ma chi l’ha scelto?”