Roberto De Zerbi

L’ex tecnico di Sassuolo e Shakhtar Donetsk da stasera sarà libero da vincoli contrattuali con qualsiasi squadra.

Il Brighton ieri ha annunciato con questo comunicato ufficiale l’addio anticipato al tecnico Roberto De Zerbi: “Il Brighton & Hove Albion ha confermato che l’allenatore Roberto De Zerbi lascerà il club dopo l’ultima partita della stagione di Premier League di domani (oggi, ndr) contro il Manchester United”.

Le dichiarazioni dell’italiano

“Sono molto triste di lasciare il Brighton, ma sono molto orgoglioso di ciò che i miei giocatori e il mio staff hanno ottenuto con il supporto di tutti nel club e dei nostri fantastici tifosi nelle ultime due stagioni storiche. Abbiamo concordato di interrompere la mia permanenza al Brighton. Lasciare ora mi dà il tempo di prendermi una pausa prima di decidere i miei progetti futuri”.

Paulo Fonseca
Paulo Fonseca

Gli scenari

De Zerbi non ha mai nascosto una particolare simpatia per i colori rossoneri visto che da calciatore è cresciuto a Milanello: l’italiano non lo ha mai dimenticato e questo potrebbe incidere in futuro. Subito dopo la comunicazione del suo addio al Brighton chiaramente si sono scatenate le voci di mercato: si è parlato subito di un suo possibile approdo al Bayern Monaco anche se il direttore sportivo bavarese ha smentito ufficialmente. Difficile capire se si tratti di dichiarazioni di facciata o meno; ovviamente diversi addetti ai lavori hanno citato anche il Milan come sua possibile prossima destinazione. I rossoneri al momento sembrerebbero più su altri nomi come Fonseca e Van Bommel ma la situazione potrebbe cambiare abbastanza rapidamente.

L’articolo De Zerbi lascia il Brighton, chi lo vorrà non dovrà pagare la clausola, torna in corsa il Milan? proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 19-05-2024


Panchina Milan: pole Fonseca, Conceicao è out ma ora si aprono scenari inesplorati visto che molti big si stanno liberando

Il Milan si avvia mestamente alla fine della stagione: c’è da negoziare con Pioli e scegliere il centravanti