Euro 2020, attenta Italia arriva il Belgio

Una grande fiammata di Thorgan Hazard decide il match. Il Belgio batte il Portogallo negli ottavi di finale e sarà il prossimo avversario degli Azzurri.

I Diavoli Rossi battono il Portogallo negli ottavi di finale e diventano i prossimi avversari degli Azzurri. Una grande fiammata di Thorgan Hazard decide il match.

Una partita molto combattuta dove non sono mancati interventi al limite e colpi duri. Prima frazione non ricca di fiammate. Equilibrio spezzato sullo scadere della prima frazione da un capolavoro di Thorgan Hazard. Contropiede fulminante dei Diavolo Rossi che non lascia scampo ai lusitani. Lukaku fa reparto da solo e difende il pallone mettendoci il fisico, fa salire la propria squadra e scarica su Meunier. Il centrocampista del Borussia Dortmund serve Thorgan Hazard che si sistema il pallone dal limite e con il destro scaglia un gran tiro insaccando la sfera nell’angolino del portiere. Rui Patricio preso in contropiede e sorpreso dall’effetto preso dalla sfera. Il Portogallo ha tenuto il pallino del gioco, amministrando bene il pallone e sfruttando la tecnica dei propri giocatori, rendendosi però difficilmente pericoloso. Belgio che ha impostato la partita sul fisico e le ripartenze, guidati dalla velocità, atteggiamento premiato al termine della gara.

Nel secondo tempo il Belgio abbassa i ritmi e il Portogallo ci prova con tutte le sue forze. Formazione belga che paga la sostituzione di De Bruyne, perdendo qualità e quantità in mezzo al campo. La fortuna però non sorride ai lusitani, che organizzano un vero e proprio assedio ai danni dei Diavoli Rossi, senza mai arrivare al gol. All’ottantaquattresimo minuto Raphael Guerreiro dal limite dell’area ci prova con una rasoiata velenosa ma il palo gli nega la gioia di salvare la propria Nazionale dalla squalificazione. Ronaldo & Co. si presentano a più riprese davanti alla porta di Courtois, ma si arrendono al risultato e salutano l’Europeo.

L’Italia di Mancini affronterà i Diavoli Rossi nei quarti di finale. Una partita che alza notevolmente il livello dell’Europeo degli Azzurri. Belgio che al primo posto del Ranking europeo ha comunque mostrato qualche punto debole, starà all’Italia sfruttarlo a suo vantaggio. Il Belgio segna e sa soffrire, Italia avvisata.

LA PARTITA

Il Belgio inizia la partita con un giropalla ad alto livello tecnico. Il Portogallo da il primo squillo alla partita al minuto 5′. Diogo Jota con un siluro al limite dell’aria spedisce la palla a lato. La partita è molto fisica e le due formazioni non si risparmiano. Un duro scontro tra Witsel e Moutinho interrompe il gioco per diversi minuti. Belgio che comunque tiene il pallino nei primi 15 minuti. Portogallo che entra in partita e domina per il restante primo tempo. Ronaldo prova una conclusione secca da calcio piazzato, Courtois risponde prontamente all’attaccante juventino. Il Portogallo mantiene il possesso palla nella metà campo belga, facendo girare bene il pallone e cercando spazi per penetrare le retrovie dei Diavolo Rossi. Belgio astuto e rapido nelle ripartenza. Al 37′ minuto, Meunier ci prova al limite dell’area di rigore, pecca di superbia, calciando di esterno destro al posto di servire sull’inserimento Lukaku e Hazard. Palla alta sopra la traversa. Al 41′ minuto arriva la fiammata del Belgio. Contropiede belga, palla su Lukaku che fa reparto da solo, defilato nella zona sinistra dell’area scarica la palla verso la parte centrale del campo servendo Meunier. Palla sui piedi di Thorgan Hazard che tesse un capolavoro. Calcio ad effetto, Rui Patricio preso in controtempo e pallone nell’angolino a sinistra.

All’inizio del secondo tempo De Bruyne è costretto a lasciare il campo, al suo posto il talentoso esterno del Napoli, Dries Mertens. 57′ minuto occasione d’oro del Portogallo. Ronaldo serve una palla velenosa a Diogo Jota che stoppa e calcia di poco alto sopra la traversa. Belgio ora schiacciato nella propria metà campo e Portogallo che mantiene il possesso del pallone. 61′ minuto, azione corale dei lusitani conclusa con un colpo di testa troppo debole di Joao Felix per impensierire Courtois. Al 64′ minuto Romelu Lukaku servito da un ottimo Thorgan Hazard, riceve il primo pallone della partita e cerca l’incrocio. Palla di poco alta. Molta stanchezza nel Belgio in mezzo al campo, Portogallo con tanti giocatori tecnici nella mediana continuano a tenere il pallino del gioco. Partita ancora molto dura. 70′ minuto brutta botta su Eden Hazard su intervento duro di Bruno Fernandes. Assedio del Portogallo. 83′ minuto Ruben Dias stacca bene su cross da calcio d’angolo ma colpisce troppo centrale per impensierire il portiere belga. Di nuovo Portogallo un minuto dopo. 84′ Raphael Guerreiro di controbalzo lascia partire una rasoiata che si stampa sul palo sinistro di Courtois. I lusitani ci provano ancora, 89′ minuto Ronaldo spizzica il pallone, in area Andre Silva viene anticipato da un attento Courtois, protagonista del Belgio in questo finale.

IL TABELLINO: BELGIO-PORTOGALLO 0-1

Marcatori: 42′ T. Hazard (B)

BELGIO (3-4-2-1): Courtois; Alderweireld, Vermaelen, Vertonghen; Meunier, Tielemans, Witsel, T. Hazard; De Bruyne (46′ Mertens), E. Hazard (87′ Carrasco); Lukaku. Ct: Martinez.

PORTOGALLO (4-3-3): Rui Patricio; Dalot, Dias, Pepe, Guerreiro; Moutinho, Palhinha (78′ Danilo), Sanches (78′ Sergio Olivera); B. Silva, Ronaldo, D. Jota (70′ André Silva).
Ct: Santos.

Ammoniti: Palhinha (P), Dalot (P), Vermaelen (B), Pepe (P), Alderweireld (B)