Joshua Zirkzee

Il giornalista Alessandro Giudice prova a far luce sulla liceità o meno delle commissioni richieste dagli agenti dei calciatori.

Alessandro Giudice a Numero Diez ha parlato dell’annoso nodo delle commissioni che stanno bloccando il passaggio di Joshua Zirkzee al Milan. “Sembra che il Milan voglia acquistare il giocatore esercitando la clausola da 40 milioni ma l’ostacolo alla chiusura dell’operazione pare essere la richiesta del procuratore del giocatore di una commissione di 15 milioni di euro che il Milan ritiene, in questo momento, troppo alta”.

Joshua Zirkzee
Joshua Zirkzee

Le precisazioni

“Quindi l’operazione potrebbe saltare. Ma quando si parla di commissioni agli agenti, che sono spesso vituperati, bisogna tenere presente una cosa. La Fifa ha imposto un tetto alle commissioni degli agenti e ha anche vietato la cosiddetta doppia rappresentanza, cioè che un agente possa rappresentare più parti in causa nella stessa transazione”.

L’importanza dei calciatori

Ma queste norme vengono comunque aggirate perché quando si avvicina la scadenza del contratto il giocatore e il suo procuratore restano sovrani. Quello che i tifosi devono capire è che non sempre è il procuratore ma molto spesso è il calciatore che partecipa a questo tipo di spartizione delle tasse perché esercita una forza contrattuale che gli viene data dalla scadenza del contratto”.

Gli scenari

Il Milan è disposto a pagare la clausola ma non le commissioni richieste dal procuratore dell’olandese: i rossoneri vorrebbero pagarle in. maniera molto minore ma l’agente non fa sconti perché ritiene che qualche club gliele possa pagare.

L’articolo Giudice: “L’affare Zirkzee-Milan potrebbe saltare ma bisogna tener presente un paio di cose, ecco cosa deve capire il tifoso” proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 21-06-2024


Milan: nuova pretendente per Saelemaekers

Raimondo: “37% di commissione è lecito? Ecco da cosa dipende”