Il calciatore giapponese Keisuke Honda ha voluto rivivere la sua esperienza al Milan confidando anche cosa diceva a Mario Balotelli.

L’ex giocatore del Milan Keisuke Honda è stato intervistato da As; ecco uno stralcio in cui si parla della sua esperienza a Milano. “Giocare per il Milan è stato un sogno, purtroppo non siamo riusciti a vincere lo scudetto perché era un momento difficile per il club, c’erano problemi finanziari e non si potevano prendere i giocatori più forti”.

IM_San_Siro_Vuoto_1
IM_San_Siro_Vuoto_1

Forse è per questo che ho avuto l’opportunità di giocare lì. I tifosi milanisti si aspettavano molto da noi per via della storia del club, c’era sempre una grande pressione, anche da parte della stampa. Mario è un bravo ragazzo, non è la persona che appare da fuori. Aveva un gran talento, ma il problema è che voleva fare sempre quello che voleva. Noi giapponesi abbiamo molta pazienza, io ho cercato a lungo di spiegargli che per avere successo le qualità tecniche non bastavano. Lui mi ascoltava, ma non ha avuto una carriera all’altezza”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 04-04-2022


Aguero e la voglia di tornare a giocare: “Ci sto pensando ma…”

Juventus, De Ligt: “McKennie, vive in un altro mondo”