Il caso Lavezzi&Cavani tiene banco in casa PSG. I due giocatori, come già noto, hanno tradito la fiducia del club parigino che gli versa il loro cospicuo stipendio disertando il ritiro dopo il viaggio in Sud America per le feste natalizie. Un Blanc scuro in volto questa sera, dopo l’amichevole vinta contro l’Inter in Marocco, ha risposto alle domande dei cronisti senza riuscire a nascondere benissimo l’irritazione per il comportamento dei suoi due attaccanti.

Questa amichevole contro l’Inter avrebbero dovuto giocarla anche loro ma invece, come ha comunicato Blanc, i due giocatori adesso sono attesi a Parigi per il 2 prossimo gennaio, ovvero quando la squadra riprenderà ad allenarsi dopo la pausa per il capodanno. Il Presidente Nasser Al-Khelaïfi li aspetta a braccia aperte, ma non sarà molto accogliente quando si presenteranno al campo sportivo. Il club non ha ancora deciso come punirli, ma stando alle parole di Blanc sta già valutando il da farsi ancora prima di aver parlato di persona con loro:

“Lavezzi e Cavani? Saranno con noi dal 2 gennaio e dovranno dare delle spiegazioni. Prenderemo decisioni sportive e anche il club farà le sue considerazioni. Non possiamo dire oggi se andranno via”.

Il mal di pancia di Lavezzi è noto da tempo, da quando ha iniziato a rifiutare proposte di rinnovo che prevedevano un aumento del suo già alto compenso. Il giocatore a Parigi non è felice nonostante abbia un ruolo di primo ordine nelle gerarchie della squadra. Pare non abbia mai trovato il feeling giusto con la città e con lo stile di vita francese e per questo motivo da tempo starebbe meditando di trasferirsi nuovamente in Italia, possibilmente al nord dove i calciatori riescono a vivere serenamente la vita fuori di casa senza venire sopraffatti dall’amore a volte un po’ sopra le righe dei tifosi.

Probabilmente tra lui e l’Inter esiste già qualcosa, anche se oggettivamente questa ‘tattica’ da disertore potrebbe non rivelarsi quella più intelligente per convincere una società che ha capitali inesauribili a disposizione ad accontentarlo. Oltretutto di fronte al fatto che l’Inter, anche volendo, non avrebbe i soldi necessari per acquistare il cartellino del ‘Pocho’, bensì potrebbe al massimo lavorare su un prestito oneroso con diritto di riscatto. Formula che non interessa al PSG che vuole incassare soldi solo per potersi liberare dalle restrizioni del fairplay finanziario. Lavezzi a questo punto potrebbe tranquillamente diventare “l’esempio per eccellenza” della proprietà qatariota, che potrebbe decidere di multarlo pesantemente lasciandolo fino a giugno fuori rosa.

Più oscuro il caso Cavani. Anche l’uruguayano sognava sicuramente altre piazze quando ha deciso di lasciare il Napoli, ma si è dovuto arrendere quando ha capito che De Laurentiis l’avrebbe ceduto al miglior offerente senza stare ad ascoltare neanche per un secondo le sue preferenze. Al PSG guadagna oltre 10 milioni di euro – secondo solo ad Ibrahimovic – quindi teoricamente il problema non sono i soldi. Avrà forse una squadra alle spalle disposta a fare follie già in questo mese di gennaio, oppure la sua è semplice indisciplina? Una pesantissima multa arriverà sicuramente anche per lui, a prescindere da come motiverà il suo arrivo in ritardo a Parigi.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG


Oltre a Mutu la Fiorentina pensa a David Villa

Gabbiadini va (troppo) veloce