Steven Zhang

Fabio Santini ha commentato il passaggio di proprietà dell’Inter da Zhang a Oaktree evidenziando due passaggi chiave sul futuro.

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Fabio Santini ha offerto la sua analisi sul passaggio di proprietà dell’Inter, dalla società cinese Suning al fondo di investimento americano Oaktree. Questo movimento aziendale rappresenta una svolta significativa per la società nerazzurra, ma secondo Santini, gli appassionati dovrebbero guardare all’evento con un certo ottimismo.

La visione a lungo termine di Oaktree

Il commento di Santini pone una particolare enfasi sulla visione a lungo termine dichiarata da Oaktree nel suo comunicato. L’intento del fondo americano non sembra essere quello di una gestione temporanea o di breve termine, ma piuttosto di stabilizzare la società per poi trovarle un compratore adeguato, che possa garantire all’Inter un futuro ancora più florido. La menzione di un “lungo termine” si distacca dunque da una logica di mero profitto immediato, suggerendo un interesse verso la crescita sostenibile e il rafforzamento del club.

Steven Zhang Javier Zanetti
Steven Zhang Javier Zanetti

Tranquillità per i tifosi

Santini invita i tifosi dell’Inter a mantenere la serenità in questo periodo di transizione. La preoccupazione per il cambio di proprietà è comprensibile, ma la strategia delineata da Oaktree e la gestione di Giuseppe Marotta, che si ipotizza possa assumere il ruolo di presidente, sembrano indicare un futuro stabile e promettente per il club. Il lavoro di preparazione alla transizione, portato avanti nei mesi passati dalla dirigenza nerazzurra, suggerisce una continuità nella gestione sportiva e amministrativa che dovrebbe tranquillizzare i sostenitori.

La professionalità di Marotta

La figura di Giuseppe Marotta emerge con preponderanza nelle parole di Santini. La sua presunta nomina a presidente non sarebbe una sorpresa, vista la sua consolidata esperienza nel mondo del calcio e la sua capacità di gestire periodi di transizione con competenza e visione. La fiducia verso la sua persona e la sua gestione è un ulteriore elemento che dovrebbe contribuire a calmare gli animi dei tifosi, offrendo una continuità di leadership e di progetto sportivo.

In conclusione, il passaggio di proprietà dell’Inter da Suning a Oaktree, seppur rappresenti una fase di cambiamento, viene descritto da Fabio Santini come un’occasione di crescita e stabilizzazione. La visione a lungo termine del nuovo proprietario, insieme all’esperienza e alla professionalità di figure chiave come Marotta, lascia intravedere un futuro luminoso per il club, nel quale i tifosi possono guardare con rinnovato ottimismo.

L’articolo Inter, Santini: “Passaggio a Oaktree indolore. Marotta presidente?” proviene da Notizie Inter.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 22-05-2024


Inter, che eredità raccoglie Oaktree? Nessun rischio stabilità

Inter, Ravezzani su Zhang: “Oaktree vuole pareggio di bilancio e il monte ingaggi…”