Il tecnico della Fiorentina Italiano stasera contro lo Spezia sarà ex di turno; ecco le sue sensazioni prima della gara.

L’allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano tornerà per la prima volta in Liguria da avversario; ecco il suo stato d’animo ed i suoi pensieri in vista della gara. Contro lo Spezia non sarà mai una partita come le altre. Non esiste, non potrei mai dire così. Per me sono stati due anni indimenticabili e fantastici. Ho conosciuto persone eccezionali, dentro e fuori dal campo. Sono dispiaciuto per quello che sta circolando, per l’accoglienza che si dice avrò. L’errore che ho commesso è quello di non aver comunicato alle persone intorno a me quello che stava accadendo. Mi assumo la responsabilità di quello che non ho fatto, chiedo scusa alle persone che non si aspettavano questo da me“.

IM_pallone_serie_A_2020
IM_pallone_serie_A_2020

Lo Spezia sta diventando una squadra forte, per l’esperienza in più che hanno questi giocatori. Sono cresciuti tantissimo e avranno un futuro importante. Sono dei potenziali leader. Difficoltà? L’aspetto psicologico dello Spezia. Ci saranno momenti di difficoltà, potrebbe somigliare ad una partita simile a quella di Venezia. Dovremo controbattere colpo su colpo, sarà una partita di grande intensitàBisogna approcciarla bene. Con la Lazio abbiamo peccato in qualità”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 14-02-2022


Bagni: “Napoli ed Inter si sono accontentate del pari, gli azzurri hanno creato e meritavano di più”

Longhi: “Un Milan non stellare balza in testa, Napoli ed Inter cariche di pregi e difetti”