Un americano in Serie A, non capita tutti i giorni. Nel Paese del basket e del football, passioni che hanno contagiato anche il calciatore della Juventus. Weston McKennie, nella sua intervista a DAZN, ha parlato anche dell’altro sport che ha praticato nella sua vita: “Ho giocato anche a football americano per un po’ quando sono tornato negli Usa dalla Germania. Poi a un certo punto i dottori mi dissero che avevo le ginocchia di una persona di 30 anni, quando io ne avevo solamente undici. Dissi a mia mamma: ‘Non so quale dei due sport scegliere’ e lei rispose: ‘Weston, quanto ti piace il calcio?’ ‘Mi piace al 99,9%’ ‘E il football?’ ‘Al 99,8%’. ‘Ecco, allora hai fatto la tua scelta’.

juventus-torino 2-1 serie a

Tutto iniziò così. È stata la decisione giusta finora, non saprò mai cosa sarebbe successo se avessi continuato con il football. A volte ci penso, mi chiedo se sarei mai diventato un giocatore professionista. Credo di sì, perché sono una persona che quando dedica tempo ed energie a una cosa, dà tutto per raggiungere l’obiettivo”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 08-02-2022


Serie A, marzo mese della verità con il 100% della capienza negli stadi

Milan, Pioli: “Tutti vogliono vincere la Coppa Italia, anche noi”