La nazionale polacca ha annunciato che non disputerà il playoff mondiale con la Russia in seguito ai brutti avvenimenti degli ultimi giorni.

La Polonia non giocherà il playoff per andare ai Mondiali in Qatar contro la Russia il 24 marzo; la gara tra l’altro si sarebbe dovuta giocare a Mosca. La nazionale polacca si rifiuta di disputare la gara in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte dei russi; alcuni giocatori polacchi si sono espressi pubblicamente a favore della decisione.

Pallone Champions League
Pallone Champions League

Così Reobert Lewandoski sul suo account Twitter: “E’ la giusta decisione! Non posso immaginare di giocare una partita contro la Russia in una situazione in cui continua l’aggressione militare all’Ucraina. I giocatori e i tifosi russi non sono responsabili di questo, ma non possiamo pretendere che non stia succedendo nulla“. Gli fa eco Kamil Glik: “Noi, giocatori della nazionale polacca, insieme alla federazione, abbiamo deciso di non giocare contro la Russia dopo l’aggressione all’Ucraina. I nostri pensieri sono per il popolo ucraino e per il nostro compagno Kedziora che è ancora a Kiev con la sua famiglia

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 26-02-2022


Gravina: “Proponiamo rinvio del turno di Serie A previsto il 20 marzo per aiutare la Nazionale”

Szczesny: “Ogni nazionale dovrebbe scegliere di non giocare con la Russia e vediamo se la Fifa ha le palle di assegnare il Mondiale a tavolino”