Come ammesso candidamente dal tecnico Gian Piero Gasperini dopo lo 0-0 con la Lazio, i problemi di Josip Ilicic sono riaffiorati. “A Josip saremo sempre vicini, sono situazioni che vanno al di là del calcio e noi con lui abbiamo sempre avuto un rapporto con situazioni molto felici. È molto propositivo, è una persona normale. La nostra testa è una giungla, non è facile per gli psicologi, figurarsi per noi. Quest’anno non si è mai impegnato tanto, l’ho avuto anche a Palermo e non l’ho mai visto così impegnato. Lo aspetteremo tutta la vita come persona, come calciatore è imprevedibile. I medici non sanno darci una risposta, non posso darla io. Ne parlo questa volta per non parlarne più, è una cosa delicata“, così a Sky Sport.

Non è la prima volta che lo sloveno ha questo tipo di problemi, l’ultima volta fu nell’estate 2020 dopo la prima ondata di Covid-19. L’Atalanta ha mostrato grande vicinanza ma adesso deve decidere se escluderlo dalla lista di giocatori da presentare a gennaio. Serve fare un posto per il nuovo acquisto Boga ed a fargli posto deve essere un calciatore straniero; quindi se si vuole tenerlo in lista per gratitudine e per riconoscenza deve uscire uno tra MiranchukHateboer Gosens, che pure sarebbero sul mercato se arrivasse una ricca offerta.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 24-01-2022


Milan-Juventus: un pareggio senza emozioni

Allegri: “Pari giusto, sono contento, giochiamo più da squadra”