Lautaro Martinez

Il capitano dell’Inter Lautaro Martinez ha mostrato ancora una volta il suo grande attaccamento ai colori nerazzurri.

Lautaro Martinez ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport in cui parla ovviamente anche del rinnovo. “È una gioia per la vita, io considero l’Inter semplicemente casa. L’ho sentita proprio così dal giorno 1 ed è forte anche il legame con Milano: qui c’è una atmosfera speciale, qui crescono i miei figli, qui mia moglie ha un ristorante. Qui sento l’amore della gente. Devo tutto alla società e al popolo interista: mi sono stati dall’inizio vicini, solo grazie a loro sono riuscito a diventare capitano, che è onore e responsabilità. Alzare la coppa della seconda stella con la fascia è un sogno che mi ha dato il calcio”. 

Lautaro Martinez
Lautaro Martinez

Sui rigori

“Non è un argomento scomodo per me, non li sbaglia solo chi non li tira… E per fortuna ho un compagno infallibile come Calha. Contro il Torino voleva che lo tirassi io, e la cosa mi avrebbe fatto piacere per sbloccarmi, ma il rigorista è lui e quell’applauso di San Siro se lo meritava tutto: ha sofferto in questi anni e ora anche lui è un idolo”. 

Sul rinnovo

“Siamo vicini, mancano solo un paio di cosette… Ho detto ‘in settimana’ perché poi finisce il campionato e volevo definire tutto prima della Coppa America. Mi rendo conto che la situazione societaria possa ritardare tutto: noi parliamo con Marotta e Ausilio, ma dipende anche dalla proprietà… Aspettiamo, non so cosa accadrà da qui alla prossima settimana, ma non ci sono problemi tra di noi”. 

L’articolo Lautaro Martinez: “L’Inter è casa, l’ho sentita così dal primo giorno, alzare la coppa con la fascia un sogno, sul rinnovo…” proviene da Notizie Inter.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 21-05-2024


Boeri: “Certe nostre imprese passate sono state improvvise, questo Scudetto è diverso ed è uno dei più gustati”

Inter: oggi pomeriggio il verdetto definitivo sul fronte societario, un indizio è molto eloquente su ciò che accadrà