Diventa sempre più aspro lo scontro tra la Liga e il PSG per il rinnovo faraonico di Mbappé che ha declinato il Real Madrid.

L’avvocato Juan Branco, rappresentante e legale della Liga nominato dal vulcanico presidente Javier Tebas parla così della denuncia della Liga al PSG. Lo scontro riguarda il rinnovo faraonico di Mbappé che ha fatto scaturire tutta questa crisi per via dell’accordo praticamente stracciato dal francese al Real Madrid per un offerta secondo la Liga oltre il limite della decenza secondo gli spagnoli.

Kylian Mbappe
Kylian Mbappe

Questa la tesi dell’avvocato: “Cerchiamo una decisione che abbia lo stesso impatto della legge Bosman, vogliamo che siano estese a tutta Europa le rigide norme finanziarie della Liga. Ad oggi Mbappè non può giocare nel Psg anche se sappiamo che sarà difficile vincere questa battaglia considerando che il presidente Macron gli ha chiesto di rimanere. Ricordiamo, però, che il Psg avrebbe dovuto incassare 180 milioni dalle cessioni per rispettare il fair play finanziario, e invece ha venduto solo un giocatore per 7 milioni e in più ha rinnovato Mbappè”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 18-06-2022


Juventus: ecco il nuovo stipendio di Mattia De Sciglio

Milan, Scaroni: “Non solo abbiamo stadi più vuoti”