Il direttore generale dell’Udinese Pierpaolo Marino non riesce a digerire l’episodio che ha portato al rigore del pareggio romanista a tempo scaduto.

Pierpaolo Marino si è lamentato dell’operato arbitrale dopo Udinese-Roma a DAZN. “Non so se la vittoria con la Roma poteva svoltare la nostra stagione ma è vero che qualche risultato ci è sfuggito proprio allo scadere. Sull’episodio del rigore c’è molto da dire: dalla panchina ho visto poco, ma dalle immagini io non vedo un chiaro fallo di mano. Ho analizzato tutte le immagini possibili, comprese quelle di nostra produzione: io il fallo di mano non l’ho visto”.

IM_pallone_serie_A_2020
IM_pallone_serie_A_2020

Anche la punizione dove nasce il rigore andava rivista, dato che il pallone è stato avanzato di quindici metri. Non vedo immagini chiare che mi portino a dire che non abbiamo subìto un torto. Soprattutto non vedo immagini che giustifichino la sicurezza con cui è stato fischiato il rigore. Se il Var non vede chiaramente l’errore dell’arbitro non può intervenire. C’è però da dire che con Di Bello venivamo da nove sconfitte consecutive: neanche il peggior allenatore potrebbe fare altrettanto. Moralmente ci sentiamo vincitori: abbiamo fatto una grande partita. Il nostro morale viene rafforzato dopo questa partita“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 14-03-2022


Blessin: “Orgoglioso dei giocatori, non so cosa sarebbe successo se fossi venuto ad inizio stagione”

Gasperini: “Il Genoa sta rendendo la vita difficile a tutti, il risultato è giusto”