Theo Hernandez

Fabrizio Biasin ha commentato le recenti dichiarazioni di Theo in merito al proprio futuro al Milan. Il giornalista ha criticato il terzino francese senza appello.

Le dichiarazioni di Theo dal ritiro della Nazionale francese hanno creato perplessità e amarezza nei tifosi del Milan. E’ noto infatti il grande rapporto di stima e affetto che lega i supporter rossoneri al terzino francese, visto come uno dei big e inamovibili della rosa di Fonseca. I suoi dubbi in merito al futuro non sono di certo passati inosservati, tra i tifosi e non solo. Anche Fabrizio Biasin, tramite il proprio profilo X, ha preso posizione in merito senza risparmiare critiche a Theo Hernandez.

Perché Theo sì e il Milan no?

Attraverso un post pubblicato su X, Fabrizio Biasin ha preso una netta e forte posizione contro Theo in merito alle parole sibilline espresse in merito al suo futuro al Milan. Il giornalista ha infatti affermato che “nello straordinario mondo del pallone un calciatore con scadenza 2026 (e in cerca di aumento) può dire “resto la prossima stagione? Vedremo”, ma una società non può dire “lo pagheremo la prossima stagione? Se gioca bene sì, vedremo”. Non è una polemica, è un dato di fatto”. 

Theo Hernandez
Theo Hernandez

La verità su Theo

La verità di Theo è certamente più articolata delle poche battute proferite dal francese dal ritiro della propria Nazionale. Le contrattazioni per il rinnovo proseguono e al termine degli europei subiranno una netta accelerata. La volontà del Milan è tenerlo in rossonero, così come affermato anche da Ibrahimovic. Possibile che il Club di Via Aldo Rossi possa fare uno sforzo economico per accontentare le sue richieste. La partita è ancora tutta da giocare e al momento Theo è a tutti gli effetti un giocatore del Milan.

L’articolo Milan, Biasin contro Theo: “Perché lui può farlo e la società no?” proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 16-06-2024


Milan, Wieffer più di Fofana: si cerca intesa con il Feyenoord

Milan, senti Mbappé su Maignan: “E’ il numero uno! L’ho sostenuto quando…”