Gerry Cardinale

Simone Braglia ha espresso perplessità sul modo di gestire il Milan da parte del fondo americano di Cardinale.

Nel corso dell’ultima apparizione a TMW Radio, durante la trasmissione Maracanà, l’ex portiere Simone Braglia non ha mancato di esprimere il suo punto di vista critico nei confronti della gestione e delle strategie del Milan, soprattutto in relazione al calciomercato e alla comunicazione del club. In un momento in cui il futuro attaccante della squadra è ancora un tassello mancante, le parole di Braglia sollevano interrogativi e stimolano una riflessione sulle scelte della dirigenza rossonera.

Critiche al calciomercato

Il tema del calciomercato occupa una parte significativa delle considerazioni espresse da Braglia. La sua attenzione si concentra in particolare sulla ricerca, da parte del Milan, del futuro attaccante, accennando anche al possibile interesse per Alvaro Morata. Tuttavia, la critica di Braglia non risparmia la direzione presa dal club nella gestione delle trattative. “Di nomi se ne fanno tanti ma poi non si arriva al dunque,” ha evidenziato, puntando il dito contro una tendenza a generare aspettative non seguite da concretizzazioni. Una situazione che, secondo l’ex portiere, finisce per alimentare malcontento tra i tifosi, desiderosi di vedere una rosa competitiva in grado di lottare ai vertici.

Paolo Scaroni-Giorgio Furlani
Paolo Scaroni-Giorgio Furlani

Comunicazione deludente

Oltre alle strategie di mercato, Braglia ha espresso perplessità anche riguardo la comunicazione del Milan, definendola “deludente”. Secondo il suo punto di vista, il club rossonero dovrebbe mostrare maggiore chiarezza e efficacia nelle comunicazioni, sottolineando quanto questo aspetto sia fondamentale nel mondo del calcio. La mancanza di trasparenza e l’apparente disallineamento tra le aspettative create e i risultati ottenuti sembrano contribuire al crescente disappunto tra i sostenitori della squadra, alimentando ulteriormente il dibattito sulle politiche adottate dalla dirigenza.

Focus sul futuro e sui giovani

Nonostante le critiche, l’attenzione rimane alta sul futuro prossimo del Milan, in particolare riguardo le scelte relative alla squadra e all’eventuale introduzione di nuovi talenti. La dirigenza sembra essere chiamata a una riflessione approfondita sulle sue decisioni, sia in termini di acquisti che di strategie di comunicazione. La capacità di costruire una rosa competitiva e di gestire efficacemente il dialogo con i tifosi appare come un elemento chiave per la prosecuzione del percorso del Milan nelle competizioni future.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 10-07-2024


Milan, Capello su Morata e Lukaku: “Ideali ma non so se basta per raggiungere l’Inter”

Milan, Visnadi: “Dirigenti scarsi, per Taremi hanno contattato il procuratore sbagliato!”