Sono queste le parole del difensore centrale del Milan, Kalulu, così in una bella intervista alla Gazzetta dello Sport.

Ecco le parole del centrale difensivo rossonero, Pierre Kalulu che si racconta così alla Gazzetta dello Sport, così il centrale del Milan: “Beh, fa un certo effetto se ti chiama Paolo Maldini. Adesso sono abituato, ma la prima volta mi fece davvero impressione. Anche se sono giovane, l’ho comunque visto giocare, certo a fine carriera, ma rimane un riferimento. La cosa divertente è che sul momento le parti erano un po’ invertite, visto che io cercavo di mantenere un certo distacco e lui di convincermi.

Pierre Kalulu

Conclude così il centrale: “Maldini mi ha convinto dicendomi che aveva piena fiducia in me, che avrei fatto parte della prima squadra, trovando spazio in funzione della mia crescita. Così è stato. È molto presente, senza mai sovrapporsi all’allenatore. Mi consiglia per esempio sul modo di difendere incerte fasi, o su come poter gestire un certo attaccante. Piccoli dettagli che però ti permettono di migliorare molto“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Milan

ultimo aggiornamento: 21-09-2022


Barcellona, il comunicato sul caso BarçaLeaks: «Tuteleremo i nostri diritti e studieremo misure da adottare»

Milan, Scaroni: “il supporto alle diverse situazioni d’emergenza”