Arrigo Sacchi

Arrigo Sacchi ha commentato la scelta del Milan di affidare la panchina rossonera a Fonseca. Su di essa avrebbe visto meglio De Zerbi.

La scelta di Fonseca non piace proprio a nessuno. Il portoghese non convince affatto la piazza che avrebbero voluto un tecnico dal blasone più importante e più affermato, non convince nemmeno gli addetti ai lavori. Tra questi figura Arrigo Sacchi che, ai microfoni di Libero, ha espresso molti dubbi in merito alla scelta operata dal Milan, svelando anche chi avrebbe invece perfetto a raccogliere l’eredità di Pioli.

Roberto De Zerbi
Roberto De Zerbi

Sacchi non convinto da Fonseca

Arrigo Sacchi, in merito alla scelta del Milan di puntare sull’allenatore portoghese del Lilla, ha affermato che Fonseca l’ho un po’ perso di vista negli ultimi anni, quindi preferisco non entrare nello specifico perché non lo conosco così bene. Speriamo che al Milan si riveli uno stratega, anche se mi sembra più un tattico. Certamente non è un nome a cui avrei pensato“.

De Zerbi, l’allenatore ideale

Il Profeta di Fusignano ha poi proseguito la propria analisi chi, a suo dire, sarebbe stato l’allenatore giusto per il Milan. Ha affermato che De Zerbi è un ragazzo che ha sempre fatto bene ovunque è stato. Sarebbe stato l’allenatore ideale per il Milan. Roberto è uno dei migliori tecnici in circolazione: lo conosco da tanti anni”. Sull’ormai ex tecnico del Brighton ha svelato inoltre un inedito retroscena di mercato, dichiarando che “5 anni fa lo aiutai ad andare al Sassuolo, segnalandolo a Carnevali”. Oltretutto Roberto De Zerbi, da buon cuore rossonero, avrebbe senza dubbio gradito sedere sulla panchina della squadra del proprio cuore e nella quale è cresciuto calcisticamente.

L’articolo Milan, Sacchi: “Fonseca Non avrei pensato a lui. L’ideale per i rossoneri era…” proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 31-05-2024


Milan, Zirkzee non convince Fonseca: ha chiesto un’altra punta al Club

Milan, Inter rinnova Lautaro e tu che fai? I rossoneri sono chiamati a rispondere