Emerson Royal

Il primo acquisto dei rossoneri in vista della prossima stagione potrebbe non essere il tanto agognato centravanti.

Il Milan sta facendo grossi passi avanti per l’acquisto di Emerson Royal mentre sul fronte attaccante siamo fermi ancora alla richiesta di commissioni del procuratore di Zirkzee; i dirigenti stanno valutando eventuali alternative all’olandese.

La forbice da colmare

Il terzino brasiliano fu già seguito dal Milan dopo una stagione non particolarmente esaltante con il Barcellona. La sua avventura al Tottenham sembra potersi concludere questa estate visto che con Postecoglu il suo minutaggio in campo si è ridotto rispetto agli anni precedenti. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, Emerson ha già espresso la propria disponibilità al trasferimento, lasciando alle due società il compito di definire gli accordi. Da Londra, le richieste iniziali si aggirano intorno ai 25 milioni di euro, ma sembra che il Milan sia fiducioso nel poter negoziare una cifra più vicina ai 20 milioni; l’obiettivo è chiudere l’operazione entro la settimana così da fargli iniziare il ritiro agli ordini di Fonseca.

Alessandro Florenzi
Alessandro Florenzi

La Situazione di Florenzi

L’arrivo imminente di Emerson potrebbe condizionare la permanenza di Alessandro Florenzi. Il jolly difensivo potrebbe trovare minore spazio con Fonseca dopo che già ai tempi della Roma i due erano ai ferri corti. Secondo alcune indiscrezioni il solo annuncio del lusitano come nuovo allenatore avrebbe spinto il giocatore a cercare un’altra squadra. Tra le possibili destinazioni per Florenzi si menzionano non solo squadre della Serie A ma anche ipotesi legate a campionati esteri, inclusa una possibile direzione verso l’Arabia.

L’articolo Milan: si punta a chiudere per il ritiro l’acquisto di Emerson Royal ma c’è distanza tra le parti proviene da Notizie Milan.

Riproduzione riservata © 2024 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 03-07-2024


Milan, Rabiot gela il Diavolo: ha chiesto 9 milioni e sogna il Real

L’ex Milan Pioli vicinissimo ad una panchina araba