L’allenatore della Roma Josè Mourinho ha il difficile compito di far concentrare squadra e piazza solo sulla gara di campionato contro il Torino.

Josè Mourinho in conferenza stampa rivela le difficoltà di preparazione di due gare decisive nell’arco di pochi giorni. “Noi giochiamo una finale venerdì, gli avversari sono in vacanza. Non c’è equilibrio da questo punto di vista. Il rischio di non qualificarsi in Europa c’è, non è impossibile. Ci sono due finali da giocare e ipoteticamente si possono perdere entrambe. Io lo so e anche i calciatori lo sanno. Non è una situazione facile da gestire, bisogna pensare solo a venerdì, infatti non sono contento di stare qui parlare della finale di mercoledì. Molti pensano di lasciare perdere la gara di venerdì, altri pensano il contrario. C’è anche chi pensa a una via mezzo. La mia filosofia è quella di mettere tutto per venerdì, ma tutti devono pensarla come me”.

Nicolò Zaniolo
Nicolò Zaniolo

Oggi in allenamento non abbiamo nascosto nessun giocatore, chi non c’era vuol dire che non sarà disponibile venerdì. Per Mkhitaryan serve ancora tempo. Non ha fatto un allenamento con la squadra: nessuna possibilità per venerdì, poche per la finale. Zaniolo poche chance per venerdì, un po’ di più per mercoledì. Smalling è infortunato, anche lui è in dubbio per la finale. Karsdorp tra i quattro è quello che sta meglio. Voglio vincere per me, ma soprattutto per questa gente e per questi calciatori. Per la UEFA, esiste gente scettica quando c’è un cambio. Chi lo fa ha bisogno di aiuto. Questo è un grande passo. Bisogna che le squadre più grandi prendono sul serio la competizione, se no diventa un fallimento. La Conference League è importante perché le squadre come noi hanno aiutato la UEFA a renderla importante“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 20-05-2022


De Laurentiis passa la palla a Koulibaly

Juric: “Belotti deciderà in questi giorni”