L’allenatore della Roma Josè Mourinho celebra la vittoria conquistata contro la Sampdoria e l’azione che ha portato alla rete decisiva.

Josè Mourinho ha commentato così a DAZN lo 0-1 di Marassi. “E’ stata una partita difficile. E’ difficile giocare qui. Le squadre di Giampaolo sono sempre molto organizzate, non è mai facile. Ma è vero che a Roma la cultura è che se vinci il derby vai in paradiso, se lo perdi è disastro totale. Siamo riusciti a tenere i piedi per terra, consapevoli dell’importanza dei punti. Il gol se lo avessero fatto con un altro allenatore avrebbero tutti parlato di calcio fantastico e organizzazione da dietro”.

Ma per come sono io è difficile dirlo. Abbiamo gestito bene ma se facevamo un pochino di più e segnavamo il secondo gol sarebbe finita. L’importante sono i punti. Non abbiamo pensato alla gara di giovedì, era importante fare cambi di gioco per noi da una parte all’altra. Lo abbiamo fatto molto bene con Mkhitaryan e Cristante. Non penso che la gente pensi a giovedì. Loro hanno cambiato sistema, hanno dato ampiezza al gioco, abbiamo messo delle gambe fresche. Tammy mi è sembrato stanco. Per 30 minuti della ripresa abbiamo giocato per controllare e vincere la partita. I difensori sono stati sicuri. Un buon arbitro. Una buona partita e auguro che la Samp finisca bene la stagione in questo bellissimo stadio”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 04-04-2022


Mkhitaryan recrimina per il match con la Juventus e dà appuntamento per il rinnovo

Giampaolo: “Fatto la gara che volevamo, la Roma è superiore”