Il tecnico della Salernitana Davide Nicola commenta la salvezza acquisita e getta già uno sguardo al futuro che può essere luminoso.

Davide Nicola, dopo la sconfitta contro l’Udinese che non ha compromesso il raggiungimento della salvezza, ha fatto i complimenti alla sua società con un occhio al futuro. “Abbiamo dovuto fare una rincorsa pazzesca sotto tutti i punti di vista, dal ritmo all’attenzione mentale alle energie impresse. Sia noi che il Cagliari abbiamo sentito molto la partita, soprattutto emotivamente. Avremmo comunque meritato di fare qualche gol. Non si possono paragonare le due salvezze (si parla anche di quella ottenuta alla guida del Crotone, ndr). La difficoltà di questa è stata il tempo a disposizione“.

Serie A

Qui ho avuto il supporto del mio presidente, da cui è partito tutto, come convinzione ed entusiasmo, e del mio direttore che mi ha dato una grande mano. Ha creato una squadra che è diventata velocemente squadra che ha prodotto dei risultati. Sono contento perché la Salernitana merita questa categoria e lo meritano i ragazzi. In questa piazza, da quando è arrivato questo presidente, si può costruire qualcosa di importante e interessante. Quello che cerco io sono le sfide con una certa logica. Ora godiamoci questa salvezza poi ci sarà modo per parlare di tutto il resto. Il presidente ha entusiasmo ed è un vulcano di idee. Può costituire la base di tutto. Mi intrigava molto poi lavorare con Sabatini. Loro due sono umilmente ambiziosi e io non sono da meno“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 24-05-2022


Scaroni esce allo scoperto sulla cessione del Milan

Zanetti: “La nostra volontà su Perisic è chiara, con Dybala non ho parlato di futuro”