Alcuni club italiani ed europei non hanno rispettato i parametri del FPF tra il 2018 e il 2021.

Ritorna l’incubo del Fair Play Finanziario. Come riporta il Corriere dello Sport, questa nuova via per un calcio sostenibile, oltre a non funzionare, dovrà ammettere diverse eccezioni. Dopo l’audizione di venerdì di fronte al CFCB dell’Uefa, l’Inter si sente tranquilla e non pensa assolutamente di andare incontro a sanzioni per non aver rispettato i parametri del Fair Play Finanziario (parità di bilancio nel 2018-21). Ma anche altri club dovranno fornire spiegazioni.

Curva Nord Inter

Anche Milan, Roma e Juventus si trovano in situazioni di difficoltà economica. Nel pieno di una pandemia che ha stravolto il mondo del calcio, è risultato impossibile per molti club tenere i conti a posto. I mancati introiti da botteghino, ad esempio, hanno pesato come dei macigni sui club. L’obiettivo è ripartire con i conti in ordine a partire dalla stagione 2023/24.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 15-03-2022


Calvarese: “Ranocchia-Belotti è errore umano, ci vorrebbe VAR a chiamata”

Italia-Macedonia del Nord, i convocati di Milevski