Per la prima volta un esponente del fondo Oaktree parla dell’investimento fatto nell’Inter e della possibilità di diventarne proprietario.

Oaktree è un fondo americano che ha prestato 275 milioni di euro a Suning, se la proprietà cinese dell’Inter non riuscirà a restituire questa somma in 3 anni, il fondo diventa proprietario del club. Alejandro Cano, managing director di Oaktree ha rilasciato importanti dichiarazioni a margine dell’evento organizzato dal Financial Times in cui ha parlato anche Andrea Agnelli della SuperLega.

Suning
Suning

Ecco quanto detto da Cano: “Diventare proprietari dell’Inter? Non è nei nostri piani, vogliamo lavorare come ottimi partner e offrire supporto, ma chi lo sa. Abbiamo cercato situazioni in cui possiamo dare valore e dare soluzioni tagliate su misura per la controparte. L’Inter è una società top per seguaci nel mondo, era l’opportunità per avere un ruolo e supportare un club e lo abbiamo fatto. Per il calcio la necessità di capitale era chiara – aggiunge Cano – Questo era il modo per entrare in questo mondo e vedere se potevamo investire. Abbiamo deciso che era interessante per due motivi: è uno sport mondiale, ottimo a lungo termine e con potenziale di crescita”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 04-03-2022


Nicola sfida l’Inter: ecco l’undici della Salernitana

Pandev: “Nella Lazio ho giocato le gare migliori della carriera, ma con Lotito andò malissimo”