Il nuovo centrocampista e capitano del Monza Matteo Pessina esprime tutta la sua felicità nell’essere tornato nella squadra dove è nato calcisticamente.

Matteo Pessina è stato intervistato da Sky sport e ha fissato i modelli da seguire. “C’è un rapporto speciale tra me e il Monza e tra me e Galliani, da quando fui preso al Milan nel 2015. Non ci siamo mai persi di vista, ci siamo scritti e chiamati durante l’Europeo e per l’esordio in Champions. È sempre stato presente nella mai vita. Così come il Monza, quando tornavo, trovavo sempre il tempo di tornare a Monzello. La società è ambiziosa, giusto che ci mettano pressione”.

Adriano Galliani

È un modo per spronarci a fare bene. La squadra di per sé è buona, ma la società sta lavorando sul mercato per darci ancora una mano. Oggi è il modello di ispirazione per molti ed è bello da seguire, io l’ho vissuto per 5 anni. Hanno obiettivi ma senza strafare. Non potevo non accettare la fascia da capitano. Me l’ha proposto Galliani, sa che sono il simbolo di questa città per quanto riguarda il calcio. È una responsabilità che fa piacere: sono andato via da ragazzino, ora sono maturo e questa responsabilità mi dà grande fiducia. Vengo da anni in Serie A, Champions, Europa League, ho vinto un Europeo: sono giovane ma l’esperienza ce l’ho. C’è tanta pressione, proverò dare quella tranquillità acquisita in questi anni”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 15-07-2022


Lukaku: “Questa è la sfida più grande della mia carriera”

Dionisi: “Scamacca attaccante con la A maiuscola, provo Raspadori prima punta”