Il tecnico del Milan Stefano Pioli si prepara alla gara contro l’Atalanta fondamentale in chiave Scudetto.

Stefano Pioli è attento e motivato nella conferenza di viglia della partita di oggi pomeriggio. “E’ dalla partita con la Lazio che giochiamo partite da dentro o fuori. Abbiamo superato delle tappe difficili, domani sarà altrettanto difficile. Dopo di noi sono la migliore in trasferta, l’Atalanta ci costringerà a giocare il miglior calcio possibile. Lo stadio ci darà ancora più carica. La squadra ha lavorato molto bene questa settimana, c’è grande concentrazione. Il 5-0 umiliante ci era servito per capire tante cose, ma non credo che domani chiuderemo un cerchio”.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic

Domani la partita è importantissima, ma poi ce ne sarà un’altra. Non dobbiamo cambiare la nostra mentalità. All’andata avevamo fatto molto bene, ma mi aspetto cose diverse da Gasperini. Il Milan affronterà l’Atalanta con tanta consapevolezza del momento e delle qualità. Il nostro percorso è cominciato due anni fa, abbiamo superato tante tappe positive e negative. Siamo stati bravissimi fino ad oggi, dobbiamo essere migliori di qua alla fine. Non credo sia l’ultima a San Siro di Ibrahimovic. Onestamente non lo so, ma io mi auguro di no perché Zlatan è un campione con la C maiuscola. Non mi riferisco solo all’aspetto tattico. Ho una stima nei suoi confronti che è smisurata, mi auguro che non sia the last dance. Lui saprà scegliere il suo futuro, ora pensa a domani”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 15-05-2022


Cagliari, Agostini: “Dobbiamo mettere in campo tutto quello che abbiamo”

Allegri: “Vogliamo onorare al meglio Chiellini e Dybala, ecco chi sarà il prossimo capitano”