L’ex allenatore Arrigo Sacchi batte forte sulla componente stanchezza per spiegare il momento negativo dell’Inter.

Arrigo Sacchi ha espresso il suo parere sul derby di ieri alla Gazzetta dello Sport. “Mi è sembrato che l’Inter sia sulle gambe. I giocatori sono stanchi. Non ho visto occasioni dei nerazzurri, gli attaccanti erano sempre soli. C’era un solco tra il reparto offensivo e il resto della squadra. Dzeko e Lautaro non sono mai stati serviti e supportati. E poi zero pressing. Simone Inzaghi dovrà lavorare per recuperare certi giocatori. La rosa è ampia, i sostituti ci sono. Questo è il periodo in cui chi ha giocato di meno deve dare una mano a tutto il gruppo”.

Invece ho notato che i cambi non hanno portato benefici. Vidal, Sanchez e Correa mi sono parsi spaesati, non inseriti nel contesto: giocano per conto loro, non si muovono in funzione dei compagni. Il centrocampo è il reparto più forte e adesso si vede che alcuni elementi non sono al massimo. Brozovic è sotto tono. Anche Barella, che a me piace tantissimo, non sta rendendo come potrebbe. Di conseguenza la manovra risulta più lenta del solito e le punte non vengono innescate come si dovrebbe. Anche la difesa mi è sembrata un po’ statica: nell’uno-contro-uno i nerazzurri hanno sofferto”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 02-03-2022


Di Marzio: “L’Inter non è riuscita ad innescare gli attaccanti, Brozovic non riusciva a liberarsi, Pioli può vedere il bicchiere mezzo pieno”

La Fiorentina ai tifosi: “Sostenete la squadra senza cori razzisti e discriminazioni”