Queste le parole dell’ex tecnico Arrigo Sacchi alla Gazzetta dello Sport sull’amichevole tra il Milan e lo ZTE.

Ecco le parole di Arrigo Sacchi, intervistato alla Gazzetta dello Sport sull’amichevole ZTE-Milan, ecco cosa ne pensa l’ex tecnico rossonero: “Gli altri aggredivano e facevano pressing, i rossoneri indietreggiavano. Nella prima mezz’ora non c’è stata partita. Però ripeto quello che ho detto all’inizio: non si possono dare giudizi definitivi dopo un’amichevole di luglio. Semmai ho notato che il Milan non ha fatto pressing. D’altronde in Italia lo fanno bene soltanto l’Atalanta, il Verona e il Torino. Nel calcio moderno, se non aggredisci, sei fritto in padella.

Sulle partite contro squadre estere da parte delle italiane che hanno ritmi diversi: “Direi di no, è molto presto. Pian piano i giocatori entreranno in forma e troveranno anche il giusto sistema di gioco. In generale, mi piace che le nostre squadre si misurino con rivali stranieri, così vedono che tipo di calcio si fa all’estero. Velocità, pressing, movimento costante.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Milan

ultimo aggiornamento: 24-07-2022


Damiani: “Impatto Maignan? è forte nelle uscite alte”

Inter, Inzaghi: “Siamo sulla buona strada”