L’opinionista Mario Sconcerti cerca di darsi una spiegazione al fatto che Paulo Dybala sia tuttora svincolato.

Mario Sconcerti parla a calciomercato.com di Paulo Dybala e dell’interesse delle due milanesi nei suoi confronti. “Si parla molto del caso Dybala. È un interesse corretto, il giocatore è importante e ha un costo accettabile. Nel tentativo di prenderlo mi sembra che alcune squadre, soprattutto il Milan, puntino su qualità tattiche che Dybala non ha. Il Milan cerca un trequartista, Dybala è un attaccante puro. Può partire anche da lontano, ma non ha né la corsa né la comprensione del ruolo”.

IM_Paulo_Dybala

In sintesi non può essere il terzo centrocampista. Nemmeno Diaz lo è, infatti è stata per lui una stagione grigia. Ma Diaz almeno è un fantasista di movimento, non c’entra niente con Dybala. Segna molto meno perché non è un attaccante. Dybala o è un uomo che segna e gioca vicino alla porta, o è una risposta incompleta per chiunque. Non è un problema tecnico, solo di caratteristiche. Dybala deve avere il pallone ad altezza centravanti, spostarsi e cercare la porta. Quello sa fare bene. Anche nell’Inter gli attaccanti ci sono. Si vuole dare a Dybala qualità che per esempio sono di Mkhitaryan, giocatore più completo. Dybala ha il ruolo di Sanchez, forse Correa, non quello di Lautaro che come attaccante è superiore. Andrebbe bene nel Napoli, nel 3-4-2-1 della Roma, molto meno nelle altre squadre“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 05-07-2022


Zhang: “Vogliamo una squadra competitiva, puntiamo sempre al massimo”

Ex Milan, Kessié: “È una grande opportunità, il Barça è una grande”