Ecco le parole dell’ex attaccante del Milan, l’ucraino Shevchenko che parla a Milan TV all’incontro con i tifosi.

Sono queste le parole dell’ex punta ucraina Shevchenko del Milan, che parla a MilanTV con i tifosi rossoneri a Casa Milan così: “Ringrazio Fondazione Milan per il supporto che ha dato in questo tempo di guerra per l’Ucraina e tutti i tifosi del Milan che hanno partecipato alla raccolta di fondi; abbiamo realizzato un bellissimo progetto con il Comune di Milano per aiutare i rifugiati ucraini e sta andando bene. Tutto grazie a Fondazione Milan e ai milanisti che hanno partecipato. Tutto il mondo dello sport ha risposto bene, non solo con le parole ma anche con i fatti.

Milanello

Conclude così sulla situazione l’ex attaccante: “Qualche settimana fa sono stato a Irpin, in Ucraina, in cui sono state distrutte l’80% della popolazione. Lo stadio, in cui io andavo da giocare da bambino, è completamente distrutto: la tribuna, gli spogliatoi e il sintetico che è pieno di buchi per lo bombe; ma lì, quando sono andato, ci stavano giocando dei bambini. Ho chiesto al sindaco cosa si potesse fare per la città e lui mi ha detto: lo stadio; io ho chiesto perché, visto che mancano scuole e ospedali e lui mi ha risposto che la gente sta lavorando tanto e bisogna dare ai bambini la possibilità di giocare e di praticare sport.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

Milan

ultimo aggiornamento: 21-09-2022


Verona, Verdi: «Shevchenko il mio idolo. E’ stato facile scegliere questo club»

Udinese, Marino: «Non ho visto l’Inter e la Roma in forma. E contro il Milan…»