“All’Inter ho lasciato calciatori che stimo moltissimo e che so che stimano me”, ha affermato Luciano Spalletti.

In vista del big match di campionato contro l’Inter, il tecnico del Napoli, Luciano Spalletti, ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni: “È bene precisare che il nostro obiettivo era quello di metterci dietro alle più forti del campionato e rientrare tra le prime quattro. Sappiamo che vincendo questa gara potremmo essere catapultati verso quest’altro obiettivo. Questa è una figata come situazione, abbiamo passato la settimana col sorriso sulla bocca e si mantenuto anche durante la notte mentre dormivamo. Questa situazione è quella che amiamo, vivendo facendo questo sport”.

“Nel momento difficile – ha aggiunto l’allenatore – siamo stati capaci di tenere la schiena dritta, riuscendo a portare a casa più punti possibile. Ogni giorno devi essere pronto a portare a casa qualcosa, il lavoro settimanale ti permette poi di portare a casa le partite. Se hai una rosa forte, i calciatori sanno come fare. Durante la settimana con la Juve, dove tutti dicevano che era meglio di rinviare quella gara, loro mi hanno fatto vedere che avevamo voglia di giocarla quella gara ed hanno fatto una grande risultato. Sono tranquillo perché conosco la qualità dei calciatori e delle persone, sotto questo punto di vista sono in una botta di ferro. Questo è un gruppo fantastico, che in questi anni ha fatto vedere che ci tiene a questa maglia e probabilmente ha raccolto qualcosa meno di quello che meritava”.

Serie A

“Non ho nessuna rivincita da prendere”, ha assicurati Spalletti ricordando il suo passato all’Inter. “Devo essere un professionista e avere la fortuna di avere dei calciatori che ti danno la possibilità di fare bella figura. Questa è una gara importante da giocare, ci arriviamo dopo aver costruito qualcosa già dai ritiri estivi. Le carriere di tutti noi dipendono da queste gare qui, ci teniamo tantissimo e per me non sarà una rivalsa. Lì ho lasciato calciatori che stimo moltissimo e che so che stimano me”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

slider

ultimo aggiornamento: 11-02-2022


Gazidis: “Spero Ibra chiuda la carriera al Milan, sul razzismo…”

Theo: “Mi volevano tanti club, ma al Milan sto bene”