Il ricordo dello scrittore Alessandro D’Avenia per Gianluca Vialli, ex attaccante scomparso a 58 anni per un tumore

Anche lo scrittore Alessandro D’Avenia ha voluto offrire una testimonianza su Gianluca Vialli. Lo ha fatto sulla prima pagina del Corriere della Sera, in un articolo intitolato «Un calcio alla morte». Ecco l’inizio:

«Gianluca Vialli è stato, nella mia adolescenza, un eroe di quello strano sport contro-evoluzionistico per cui l’abilità non dipende dalla mano, che ha reso l’uomo uomo, ma da un arto molto meno preciso (pedestre è un’offesa: «è fatto con i piedi»). Nel calcio anche il gesto più bello «è fatto con i piedi», la mano è vietata (solo Maradona l’ha resa, furbescamente, tocco divino): arcaica nostalgia di una danza primordiale che incanta l’altro per trafiggerlo nel suo territorio sacro (la rete) con il «colpo» che arriva quando non lo aspetti o da chi non lo aspetti».

L’articolo «Vialli, l’eroe della mia adolescenza» proviene da Calcio News 24.

Riproduzione riservata © 2023 - CALCIOBLOG

feed

ultimo aggiornamento: 16-01-2023


Al Nassr, Ospina infortunato: trattativa con il PSG per Navas

STATS – Supercoppa, come segnano Milan e Inter?