Milan, l’addio di Pato: “In bocca al lupo a tutti, vi vedrò da lontano”

L’addio di Pato ai suoi ex compagni del Milan dopo il trasferimento al Corinthians.

Il giorno dell’addio di Pato al Milan è arrivato. Ieri, infatti, il passaggio al Corinthians, club brasiliano Campione del Mondo, è stato ufficializzato per la cifra di 15 milioni di euro.

In un video pubblicato dal canale ufficiale YouTube di Milan Channel, possiamo vedere l’ultimo giorno a Milanello vissuto dal campione brasiliano. Poche parole e soprattutto tanta commozione. Questo è il contenuto del breve discorso di commiato rilasciato dal calciatore 23enne:

In bocca al lupo a tutti, vi vedrò da lontani, spero che il Milan continui insieme a voi ad essere grande e a vincere tutto.

Come possiamo notare dal video, subito dopo le poche dichiarazioni, Pato ha abbracciato, uno ad uno, tutti i suoi ex compagni. Alla fine, l’emozione è stata inevitabile con Pato che ha abbandonato Milanello, visibilmente commosso.

La storia di Pato al Milan, purtroppo, non si è conclusa come molti tifosi si sarebbero aspettati. Il calciatore brasiliano, infatti, nonostante le 63 segnature in 150 partite, verrà ricordato soprattutto per la lunga serie di infortuni che ne hanno caratterizzato le ultime stagioni.

Arrivato al Milan ancora minorenne e pagato la bellezza di 22 milioni di euro, Pato, fin dalle prime partite giocate nel 2008, ha conquistato la fiducia dei tifosi grazie a gol e prestazioni convincenti.

I pareri riguardanti Pato erano praticamente unanimi nell’ambiente Milan: il calciatore brasiliano sarebbe diventato un top player a tutti gli effetti, degno di essere in lizza per vincere il Pallone d’Oro, come disse Carlo Ancelotti, il primo tecnico che lo allenò al Milan.

Oltre alla media gol invidiabile, però, ci sono anche altri numeri, poco lusinghieri, da associare all’avventura rossonera dell’attaccante brasiliano: i 16 infortuni muscolari patiti in tre anni hanno lasciato senza parole praticamente tutti, dal giocatore stesso, alla società fino a tifosi che non sono mai riusciti ad addossare con precisione la responsabilità di tale fragilità muscolare.

Da quel momento, probabilmente, ebbe inizio la disaffezione dei supporters del Milan che divenne ufficialmente inimicizia quando il calciatore, il giorno dopo il gol con il Malaga in Champions League, chiese di parlare con il suo agente per ridiscutere la sua situazione al Milan.

Dopo tante voci di mercato, ieri è stato reso ufficiale l’addio. Anche i tifosi non particolarmente affezionati al giocatore hanno sicuramente manifestato un filo di delusione dopo la notizia di ieri, uno sconforto dettato soprattutto dal fatto che il Milan ha perso una mancata bandiera e un giocatore, nonostante tutto, ancora giovane.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Calciomercato Milan

Tutto su Calciomercato Milan →