Corinthians, si presenta Pato: "Convinto della scelta" ma glissa sul possibile ritorno al Milan

E così Alexandre Pato chiude il capitolo Milan fissando le statistiche a 150 partite giocate in rossonero condite da 63 gol: il Papero ormai ex numero 9 del Diavolo è stato oggi presentato ai tifosi del Corinthians, un giocatore che sembra non aver avuto tutti i problemi fisici che ne hanno condizionato le ultime due stagioni, tutto sorrisi ed entusiasmo (da parte sua come da parte di società, tifosi e stampa). Insomma, il matrimonio tra Pato e il Timao si è celebrato in pompa magna e con le giuste premesse, ora sarà il campo a decidere se l'unione tra le parti sarà fruttuosa:

"Mai stato così bene fisicamente come adesso. Mi sento al 100%. Tutti hanno visto gli esami che ho fatto e ora voglio dimostrare il mio valore ai tifosi. Sono felicissimo di essere qui. Ho scelto una squadra fortissima, appena laureatasi campione del mondo. Il Corinthians è una scelta di primo livello".

Per il calcio brasiliano i 15 milioni investiti dal club di San Paolo per riportare Pato in patria sono una cifra record, chiaro che i giornalisti vogliano vederci chiaro; più in particolare insistono sul rapporto col Milan e con Berlusconi, se è vero che sulla parola data ai dirigenti di via Turati tornerà a Milano dopo i Mondiali:

"Voglio bene a Berlusconi, abbiamo un rapporto speciale. Ma adesso sono al Corinthians, ho firmato un contratto di 4 anni e voglio pensare solo a questo. Non posso sapere cosa accadrà in futuro, e non è il momento di parlarne. In Italia ho passato 5 anni meravigliosi, ricevendo tantissimo affetto dai tifosi. Posso solo ringraziare il Milan e l'Italia. Perché allora ho lasciato il Milan? Posso solo dire che muoio dalla voglia di giocare, ho bisogno di giocare. L'esperienza al Milan è stata impagabile, ma nella vita a volte si passa per momenti difficili ed è necessario cambiare. Sono convinto di aver fatto la scelta migliore, cinque anni fa, quando andai al Milan. Così come adesso sono convinto di essere venuto al Corinthians".

Niente da fare, il Papero non mette piedi in fallo ("Tornerò in Europa, ma solo in vacanza") e dopo i lustrini e le promesse del primo giorno di scuola torna, testa bassa, a rimboccarsi le maniche; il preparatore del Corinthians, Julio Stancati, ha spiegato come sia stato buttato giù un programma atletico specifico solo per lui, perché se è vero che le visite mediche sono state superate abbastanza in scioltezza, la condizione di Pato lascia ancora a desiderare. A quando dunque il debutto con la nuova maglia numero 7? "Difficile che giochi le prime due partite, ma dopo potrebbe essere pronto" ha detto Cleber Xavier, vice allenatore del Timao, dando dunque appuntamento alla terza o quarta giornata del torneo Paulista. Fine gennaio dunque, fra venti giorni.

  • shares
  • Mail