Coppa Italia: Roma – Inter, vince Cellino, la semifinale di ritorno rinviata ad Aprile

Il ritorno della semifinale di Coppa Italia fra Inter e Roma non si giocherà il prossimo 27 febbraio. Il rinvio è stato comunicato dal neo presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta, confermato sulla poltrona dell’organizzazione ma chiaramente sotto tutela da parte dei presidenti usciti “vincitori” della diatriba interna (Adriano Galliani e Claudio Lotito in

di

Il ritorno della semifinale di Coppa Italia fra Inter e Roma non si giocherà il prossimo 27 febbraio. Il rinvio è stato comunicato dal neo presidente della Lega Serie A Maurizio Beretta, confermato sulla poltrona dell’organizzazione ma chiaramente sotto tutela da parte dei presidenti usciti “vincitori” della diatriba interna (Adriano Galliani e Claudio Lotito in primis), dopo le pressioni arrivate da Massimo Cellino che si era ribellato allo spostamento della gara fra la Roma e il suo Cagliari determinata dal raggiungimento della semifinale di Tim Cup da parte dei giallorossi.

La questione è piuttosto ingarbugliata: in sostanza l’Olimpico è impegnato per la partita degli azzurri nel 6 Nazioni di Rugby, quindi la Lega aveva preliminarmente deciso di anticipare nel suo calendario Roma – Cagliari a venerdì 1 febbraio. La coincidenza con il ritorno della semifinale di Coppa Italia avrebbe dato pochi giorni di riposo ai giallorossi reduci dall’impegno a San Siro, per questo era già previsto che in caso di qualificazione della squadra di Zeman la gara con i sardi si sarebbe stata spostata al 27 febbraio.

Peccato che Cellino si sia detto contrario parlando di “evento in grado di condizionare il campionato“. I suoi giocatori avrebbero fatto praticamente 15 giorni di pausa saltando la quarta giornata di ritorno in programma fra il 2 e il 3 febbraio per poi dover fare gli straordinari con 3 partite in 8 giorni a fine mese. Certo avrebbe potuto semplificare il tutto mantenendo la promessa di non presentare la squadra dopo la decisione di dare i tre punti a tavolino alla Roma nella gara d’andata, ma ora che il Cagliari rischia la retrocessione Cellino è decisamente più attento ad ogni possibilità di mettere “punti in cascina”. Il vulcanico presidente della società sarda è stato accontentato, la gara dell’Olimpico sarà regolarmente anticipata a venerdì 1 febbraio.

Preso atto di ciò la Lega avrebbe potuto fare la cosa più ovvia, vale a dire far giocare Inter – Roma il 27 febbraio, ma evidentemente se gli interessi di Cellino sono “pesanti” altrettanto lo sono quelli di giallorossi e nerazzurri. La data sarebbe stata “libera”, niente coincidenza con l’Europa League (impegno dell’Inter), niente problemi per la Roma che avrebbe comunque dovuto giocare con il Cagliari. Quindi? Niente, in ogni caso. La Lega ha deciso di spostare la partita al 17 di Aprile (orario da stabilire) mettendo praticamente tre mesi fra la partita d’andata dell’Olimpico e quella di ritorno.

Dopo la cervellotica decisione di mandare la Roma a giocare a Firenze in gara secca i quarti di finale e quella di invertire il campo Juventus e Lazio per evitare una “contemporaneità” che non esiste un’altra sorprendente mossa dei vertici del calcio: se questa è la considerazione che merita la Coppa Italia poi diviene difficile lamentarsi se le società finiscono per snobbarla.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Coppa Italia

Tutto su Coppa Italia →