Balotelli a Milano | Scontri tra tifosi e polizia fuori al ristorante | Video

L'arrivo di Mario Balotelli al ristorante "Giannino", luogo usuale delle trattative milaniste e degli incontri a cena, è stato caratterizzato da un fuori programma piuttosto desolante. In via Vittor Pisani i circa 250 tifosi rossoneri hanno intonato a più riprese il coro "La maglia delle m... per terra hai lanciato. Adesso sei del Milan, il sogno si è avverato, per noi tu segni i gol più belli, vinciamo con Mario Balotelli". Avvolti dai fumogeni rossi, l'attaccante e l'ad del Milan Adriano Galliani hanno saltellato al ritmo di 'chi non salta nerazzurro e'', scandito dai sostenitori. E fin qui niente di male, semplice ironia da stadio.


Ma ad un certo punto alcuni tifosi si sono avvicinati troppo al ristorante, quando Balotelli si è affacciato dal locale. La polizia presente si è messa in tenuta antisommossa ed ha fronteggiato gli ultrà sotto il portico. Un fitto lancio di bottiglie da parte dei presenti ha colpito gli agenti, circa una ventina, che sono indietreggiati. Un poliziotto è rimasto ferito ed è stato subito portato in ospedale. A circa mezz'ora dagli scontri tra ultrà e polizia, è tornata la calma: i tifosi del Milan si sono allontanati e anche gli agenti hanno tolto la tenuta antisommossa.

Il poliziotto rimasto ferito è un funzionario raggiunto alla testa da una bottiglia lanciata da un tifoso: ha riportato un taglio, ma le sue condizioni sono ritenute non gravi. Dalla Questura comunicano che tutto è nato dall'eccessivo calore dei tifosi milanisti nei confronti di Balotelli accolto al suo arrivo al ristorante di Milano. Troppo vicini al ristorante.


  • shares
  • Mail