Zeman esonerato | Il Video dello spot "Daje" diventa una parodia e su Wikipedia "è colpa di Moggi"



L'esonero di Zdenek Zeman, inutile negarlo, fa certamente felici i suoi nemici. Primi fra tutti i tifosi juventini che non amano il tecnico boemo sin da quando, nel luglio del 1998, l'allenatore denunciò il malcostume dell'abuso di farmaci nel calcio mettendo nel mirino alcuni giocatori all'epoca in bianconero: Gianluca Vialli e Alessandro Del Piero su tutti. Da quel momento in avanti Zeman è diventato icona degli anti-juventini e di contro bersaglio preferito dei sostenitori bianconeri. Ad alimentare il circolo vizioso c'è certamente la convinzione, più volte sbandierata dal boemo, che la sua carriera "fino a quel momento splendida" sia stata stoppata da losche manovre ordite dal mefistofelico Luciano Moggi, l'uomo che Zeman individua come responsabile di tutte (o quasi) le sue disavventure.

Gli esoneri, non considerando le "mancate conferme" dovute all'abitudine di Zeman di firmare sempre contratti annuali (fa eccezione proprio l'ultimo siglato con la Roma di Baldini e Sabatini), salgono a quota 10, ma per Zeman praticamente tutti quelli successivi al 1998 sono opera di Moggi che avrebbe tramato contro di lui per farlo fuori dal calcio che conta, lui che si è auto-definito durante la deposizione al Processo di Napoli su Calciopoli "il migliore allenatore d'Europa".

Così sul forum di tifosi della Juventus Vecchiasignora.com spunta un video parodia del recentissimo spot Volkswagen (quello in cui Zeman spiega "con il dono della sintesi" ad un giornalista di aver detto ai suoi giocatori soltanto "Daje" per motivarli). In questo caso il giornalista gli chiede un commento sull'ennesimo esonero, la risposta di Zeman (doppiato) diventa "Ari daje". La cattiveria dei sostenitori bianconeri non si ferma qui, anche la pagina ufficiale di Wikipedia su Zeman viene modificata dando l'annuncio dell'esonero, ma attribuendone la responsabilità proprio a Luciano Moggi.

Per qualche minuto la sezione "Il ritorno a Roma" diventa "Il ritorno a Roma e l'esonero per colpa di Moggi". Nell'ultima riga si leggeva:

Dopo la sconfitta contro il Cagliari (2-4), alla 23a giornata la società (sotto consiglio di Luciano Moggi) decide di esonerare il tecnico boemo.

La "vendetta" dei suoi nemici si compie, tragicamente per mano della società tifata dai suoi più ostinati ammiratori. Cosa ne sarà di Zeman dopo questa delusione?

  • shares
  • Mail