Adriano, il ritorno: il brasiliano vuole dimagrire per poter tornare a giocare

L’attaccante brasiliano, ex di Inter, Parma e Roma, vuole ritornare sui campi di calcio.

La sua carriera nel mondo del calcio, letteralmente bruciata, è uno degli esempi più lampanti di masochismo sportivo. Stiamo parlando di Adriano Leite Ribeiro, meglio conosciuto solo come Adriano, vecchia (ma neanche tanto) conoscenza del campionato italiano, considerato che ha giocato con le maglie di Inter, Fiorentina, Parma e Roma.

Proprio con la maglia giallorossa, durante la stagione 2010/11, risale la sua ultima e fallimentare, sotto ogni punto di vista, esperienza nel nostro paese. Ritornato nuovamente in Brasile, le cose non sono affatto migliorate: Adriano, infatti, dopo aver rescisso, lo scorso novembre, il contratto che lo legava al Flamengo, si è trovato senza squadra, manifestando il desiderio di appendere le scarpette al chiodo.

Proprio quando tutti gli appassionati sportivi, quindi, avevano messo definitivamente la parola fine alla carriera disgraziata dell’attaccante brasiliano, ecco la novità: Adriano vuole tornare a giocare e si è messo già sotto con la cura dimagrante.

Il brasiliano, infatti, ha reso pubblica una foto (qui sopra) per dimostrare il suo impegno per tornare al più presto sui campi di calcio. Con questa foto, Adriano ha voluto mostrare i cambiamenti ottenuti dopo una sola settimana di dieta. L’attaccante ha anche condiviso questo messaggio pubblicato da UOL Esporte:

Queste due foto sono state scattate a distanza di una settimana, ma aspettate di vedere come sarò a metà anno.

A dire proprio il vero, i cambiamenti sono minimi e, chiunque abbia fatto una dieta, sa benissimo che la prima settimana è la più “facile” in quanto si vedono, quasi subito, i primi risultati. Il “peggio” viene solitamente con le settimane successive, periodo in cui servono maggiore tenacia e costanza.

Questa volta, Adriano, dimostrerà finalmente di aver raggiunto quella maturità che non ha mai saputo mostrare nel pieno dei suoi anni migliori, quando al pallone preferiva, spesso e volentieri, la bottiglia di superalcolico?

D’altronde, Adriano ha compiuto 31 anni, lo scorso 17 febbraio, un’età nella quale molti dei suoi colleghi sono ancora nel pieno della loro attività sportiva e, quindi, l’impresa non è così improba.

Il problema, casomai, è un altro: visto il tentativo di recuperarlo messo in atto da tante squadre (Roma, Corinthians, Flamengo), esperimenti puntualmente falliti, ci saranno altri club disposti a rischiare soldi e tempo per Adriano?

I Video di Calcioblog