Batistuta a Firenze: “Tornei alla Fiorentina in un ruolo dirigenziale”

L’ex attaccante dei viola è in vacanza in Italia. Con i giornalisti ha parlato anche di Montella e Jovetic.

Gabriel Omar Batistuta è in vacanza a Firenze con la moglie Irina. Il suo ritorno nella città della squadra in cui ha giocato dal 1991 al 2000, diventando il calciatore più prolifico della storia della Fiorentina con 151 reti segnate in serie A, (detiene questo record anche nella Nazionale argentina con 56 gol), ha provocato l’entusiasmo dei tifosi fiorentini che lo hanno accolto in maniera molto positiva.
Il 44enne argentino, che in Italia ha vestito anche la maglia di Roma e di Inter, presso l’hotel in cui alloggia nei vicino piazza Santa Maria Novella, ha risposto alle domande dei giornalisti. In particolare, sulla possibilità che l’ex bomber dei viola possa entrare nella società di calcio:

Sono 10 anni che lo ripeto: non verrei a fare qualunque cosa, perché vorrei avere un ruolo dirigenziale per lasciare un’impronta. Ma in fondo sto bene anche senza calcio.

Batistuta, che era stato anche contattato nei giorni scorsi da Diego Della Valle per un incontro con la squadra (saltato per questioni di tempi), e che ha detto di invidiare Totti per come alla sua età gioca, ha poi parlato di Vincenzo Montella, suo compagno di squadra alla Roma e attuale tecnico della Fiorentina, e di Stevan Jovetic:

Con Vincenzo non ho mai avuto problemi, quando arrivai alla Roma mi promisero la maglia numero 9, ma lui non la mollava: in fondo anch’io avrei fatto lo stesso. Non l’ho mai più sentito in questi anni, ma in fondo non chiamo neppure Rui Costa, io col telefono sono un disastro. Da allenatore comunque mi ha sorpreso, non pensavo avesse queste capacità. A Jovetic posso solo dire quello che pensavo io alla sua età: io volevo vincere qui, con una squadra meno forte di altre. Era una sfida con me stesso e in più ci ho guadagnato in affetto. Per me vedere che a distanza di 15 anni c’è ancora gente che mi aspetta fuori dall’albergo per avere una foto, vale più di uno scudetto.

Montella ha confermato tale versione dei fatti ed ha invitato Batigol allo stadio Artemio Franchi (non domani, chiaramente, visto che la Fiorentina è impegnata a Genova).

I Video di Calcioblog