Serie A, cambi di orario per alcune partite della 37esima giornata: è furia Palermo (Aggiornato)

Fiorentina – Palermo di domenica prossima è stata anticipata alle 12.30 dal Prefetto di Firenze per il contemporaneo passaggio del Giro d’Italia dal capoluogo toscano: è furia Zamparini che insieme a Perinetti esprime tutto il suo disappunto.

AGGIORNAMENTO del 09/05/2013 | La Lega Calcio ha preso atto delle lamentele del Palermo e ha così deciso di anticipare anche la gara del Genoa, impegnato in casa contro l’Inter: il fischio d’inizio al Ferraris avverrà, come al Franchi di Firenze, alle 12.30. Stessa sorte per la partita del Torino, impegnato sul campo del Chievo Verona. Rimane fissata alle ore 15 le partite del Siena, che andrà sino a Napoli con le speranze di salvezza ormai ridotte a un lumicino.

La lotta per non retrocedere si vive anche sul filo delle dichiarazioni e delle polemiche e così, prima ancora di scendere in campo questa sera, è già bufera per il turno numero 37, il penultimo di Serie A: motivo del contendere i cambi di orario per le partite in programma domenica prossima, 12 maggio 2013, disposti quando dalla Lega Calcio quando dalla Prefettura per ragioni diverse. Cominciamo con l’aggiornare il calendario delle gare in programma: Juve – Cagliari, in programma sabato sera alle 20.45, è stata anticipata sempre all’11 maggio ma alle ore 18 (su richiesta dei bianconeri), Lazio – Sampdoria che doveva essere giocata a quell’orario è scivolata al giorno dopo, domenica alle 15.

Chievo – Torino, inizialmente fissata alle 12.30 di domenica, sarà anch’essa giocata alle 15, Catania – Pescara verrà invece anticipata alle 20.45 del sabato. Questo quanto deliberato dalla Lega Calcio, a far discutere e non poco è invece la scelta del Prefetto Luigi Varratta di far giocare Fiorentina – Palermo alle 12.30 anziché alle 15 per il concomitante passaggio del Giro d’Italia nel capoluogo toscano (il Prefetto teme che l’uscita del pubblico dallo stadio coincida col passaggio della carovana rosa); si prospetta così la mancata contemporaneità tra la gara dei rosanero e quelle delle dirette concorrenti per la salvezza, soprattutto il Genoa impegnato in casa contro l’Inter (ore 15). Maurizio Zamparini, presidente dei siciliani, non ci sta:

“Noi non ci presenteremo in maniera assoluta alle 12.30, ma arriveremo alle 15. Se non ci faranno giocare, chiederemo lo 0-3 a tavolino a meno che non spostino le partite interessate alle 12.30. C’è anche la responsabilità oggettiva della Fiorentina, che da un anno sapeva dell’arrivo del Giro d’Italia. Ma dirò di più, so già i risultati a secondo di come finirà Fiorentina-Palermo. Ad esempio Chievo-Torino può finire in pareggio se il Palermo perde, se invece noi vinciamo deve finire con la vittoria del Torino. E’ una situazione tragica, siamo in un paese senza valori. Non capisco come la Lega possa adeguarsi”.

Toni meno accesi ma comunque intervento deciso anche quello del direttore Giorgio Perinetti:

“Non accetteremo di giocare la gara con la Fiorentina in un orario diverso rispetto le concorrenti. Siamo già al lavoro con Lega affinché venga rispettato un nostro sacrosanto diritto e soprattutto la regolarità del campionato. O tutti e tre alle 12:30 o tutti e tre alla sera alle 20:45”.

Di seguito il programma, ad oggi, della 37esima giornata di Serie A con date e orari:

Sabato 11 maggio ore 18.00
Juve-Cagliari
Sabato 11 maggio ore 20.45
Catania-Pescara

Domenica 12 maggio ore 12.30
Fiorentina – Palermo
Domenica 12 maggio ore 15.00
Udinese-Atalanta
Chievo-Torino
Genoa-Inter
Fiorentina-Palermo
Napoli-Siena
Domenica 12 maggio ore 18.00
Parma-Bologna
Domenica 12 maggio ore 20.45
Milan-Roma

I Video di Calcioblog