Cori razzisti in Milan – Roma, Joseph Blatter: “Sono sconvolto”

Il Presidente della Fifa commenta su Twitter quanto accaduto ieri sera nel corso del posticipo di Serie A.

A commentare quanto accaduto ieri sera all’inizio del posticipo della 37esima giornata di Serie A, tra Milan e Roma, è Joseph Blatter, attraverso il suo account Twitter. Il presidente della Fifa si è detto “appalled” (che in italiano si può tradurre con ‘sconvolto’, ‘inorridito’ o ‘sgomento’) dopo aver appreso che l’arbitro Rocchi ha dovuto sospendere per un minuto e mezzo circa la partita a causa di cori razzisti rivolti a Mario Balotelli ed altri calciatori di colore da alcuni tifosi giallorossi.

Sono sconvolto nel leggere degli insulti razzisti in Serie A la scorsa notte. Affrontare la questione è complesso, ma siamo impegnati ad agire, non solo parole.

La Taskforce contro il razzismo e la discriminazione prende sul serio l’impegno di elaborare un approccio unificato per i 209 paesi della Fifa.

Non è la prima volta che Blatter interviene su vicende analoghe che riguardano il calcio italiano. Qualche mese fa dopo il noto fattaccio avvenuto a Busto Arsizio, quando Boateng (anche lui del Milan) lasciò il campo perché insultato da alcuni tifosi nel corso dell’amichevole contro la Pro Patria, il numero 1 dell’organismo più importante del calcio condannò il gesto razzista, ma spiegò di non aver apprezzato l’atteggiamento assunto dal calciatore rossonero:

Lasciare il campo non credo sia la soluzione. Ci vogliono tolleranza zero e sanzioni dure contro il razzismo. Non penso che un giocatore possa lasciare il campo perché altrimenti scatta la squalifica. La federazione italiana deve ancora relazionarci sull’accaduto.

I Video di Calcioblog