Torino, l'ironia della campagna abbonamenti che non piace ai tifosi granata

"Se tua moglie è fissata con le corna portala a vedere il TORO" oppure "La tua ragazza vuole sempre uscire nel week end? Fai contenti tutti e due, portala allo stadio!" e ancora "Per i tuoi figli abbiamo una babysitter con le palle". Slogan riusciti o no? Intanto partono gli sfottò sul web

I tre slogan scelti dal Torino Calcio per promuovere la campagna abbonamenti per la stagione 2013/2014 della società di Urbano Cairo stanno scatenando ironie sul web da parte dei tifosi, gli odiati cugini juventini, ma non solo. Alcuni arrivano anche a domandarsi si tratti di una parodia, ma non possiamo confermare: è tutto vero.

Il più bersagliato è certamente il primo "motto", l'appello ai mariti che hanno "mogli fissate con le corna". I "creativi" di turno probabilmente volevano lasciar intendere "se tua moglie è gelosa portala allo Stadio con te", ma in pochi hanno colto il messaggio e negli uffici, sui forum e nei bar di Torino si sprecano battute sulla passione delle consorti dei tifosi granata per l'infedeltà (non quella dei rispettivi mariti).

Ce n'è comunque per tutti: altri lamentano il maschilismo del secondo slogan, quello che gioca sulla contrapposizione fra le fidanzate (donne) che vogliono uscire e i maschi appassionati di calcio che dovrebbero convincerle ad andare allo Stadio, scarso rispetto per le tante tifose granata, l'uso di un cliché che poco si attaglia ad una società sempre più complessa che travalica i vecchi schemi che vogliono il calcio più vicino alle passioni degli uomini che a quelle delle donne. Un mezzo autogol.

Le polemiche si scatenano anche, seppur in misura minore, sull'invito a sfruttare le promozioni per gli Under 16 abbonando i propri figli allo Stadio Olimpico, lì dove troveranno "una babysitter con le palle" in riferimento alla squadra del Torino che promette d'intrattenere anche i più giovani. Per molti osservatori lo slogan è semplicemente volgare, di cattivo gusto.

Insomma, a giudicare dalle reazioni non esattamente una campagna promozionale riuscitissima, anche se è innegabile che da anni non si dibatteva così tanto sul tema, un modo come un altro per ottenere l'effetto di "tam tam" cui l'advertising dovrebbe puntare. In realtà chi conosce realmente i tifosi sa che sono più attenti alle mosse sul calciomercato e più influenzati dai risultati recenti ottenuti quando devono scegliere di sottoscrivere la tessera stagionale. Di questi tempi poi ad interessare di più potrebbero essere i prezzi, oggettivamente non "in saldo" per una squadra di media fascia come il Torino, anche se c'è da dire che l'abbonamento comprende anche il Derby con la Juventus e la prima partita di Coppa Italia e ci sono alcuni sconticini per i settori più popolari rispetto alla scorsa stagione.

Facciamo una scommessa che è difficile perdere: secondo me nemmeno una persona si abbonerà in più o in meno grazie o per colpa di questi slogan.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: